video cul gratuite escort annecy

La sera stessa passo da casa di Alberto, ci sono anche Rosella sempre sorridente, beata lei e Lorenzo amore grande, come lo chiamano mamma e papà: Che forza quelle moto? Eh zio, come la vedi? Mentre gli spieghiamo le intenzioni fa come per trovare la solita sequela di obiezioni che in realtà non esistono, tutti sono lucidi e tutti lo guardano con amichevole severità: Mica possiamo andare a fare figuracce!

Bisogna avvisare Mauro, prenotare volo e albergo, capire cosa come e quando, ma il più è fatto, niente dubbi nè incertezze, stavolta si fa! Dopo un breve volo atterriamo a Valencia, dove noleggeremo un auto per scendere fino a Cartagena. Appena scesi ci accoglie il magnifico clima spagnolo: Peccato che manchino Moto Guzzi, ma Miguel Angel non apprezza il cardano…. Uno dei momenti più belli è stato quando siamo arrivati al paddock del circuito.

Effettivamente si stava realizzando per noi un qualcosa che mai e poi mai ci saremmo immaginati di vivere in prima persona. Allora ci siamo rilassati sia preparando le nostre tute da gara che chiaccherando tra di noi: Bruno ha aperto il libro dei ricordi e… ci sembrava di essere fuori dal tempo in un altra vita meravigliosa, in cui potevamo fare finalmente una delle cose da noi preferite: Abbiamo vissuto quattro giorni in uno spazio temporale separato dalla nostra vita quotidiana!!!

Ci siamo svegliati dal nostro sogno ma… era tutto vero!!! La mattina è volata in un attimo aiutando sia Bruno che Tiziano nei loro lavori… [Roberto]. Le Guzzi preparate sono tutte più o meno con le stesse basi: Il fascino di queste moto è semplicemente irresistibile.

Ci poteva portare anche un catafalco devastato che non avremmo battuto ciglio, pur di poterlo pilotare lungo quelle curve là dietro le gobbe del terreno. Guzzi sempre più affascinanti, una Honda CB gialla di una bellezza mozzafiato, due Laverda meravigliose, soprattutto quella di Miguel Angel che pare una bomboniera, Norton a profusione, Ossa e Bultaco che non farei quasi uscire dal box per paura di danneggiarle… Invece qui le moto le usano, e meno male, e la passione e semplicità di tutti ci mette talmente a nostro agio che inevitabilmente ci chiediamo perché da noi inteso come Italia riscontriamo spesso tanto fighettismo inutile.

Qui è meraviglioso, si sta tanto bene, sembrano tutti amici. Purtroppo la messa a punto dura parecchio, anche per via di una candela col filetto spanato, e Tiziano è costretto a piazzarci un bullone per tappare il buco si tratta della seconda candela, per cui giriamo in pratica con tre candele, un nuovo trend, dopotutto noi valiamo: Giusto il tempo di assaggiare la pista, di capire che è bellissima e a tratti veramente difficile, con pochi punti di riferimento è talmente secco che mancano anche i sassi, mannaggia , curve a raggio alquanto variabile e almeno un paio di staccate in piega, le più difficili.

Prima di crollare a letto, in attesa del grande giorno. Chi certo non è stato con le mani in mano sono Bruno e Tiziano.

Si merita un monumento. Dobbiamo ricordarci appena tornati in Italia: Devo dire che la notte tra venerdi e sabato non è stata delle più tranquille, forse era la stanchezza o forse era la… Comunque di primo mattino ci siamo presentati in autodromo dove ci aspettava un vero tour de force: Per fortuna ci aspettava anche una buona notizia: Dunque uno dei nostri primi pensieri che ci aveva fatto passare la notte in bianco si era dissolto.

Ora rimanevano tutti gli altri. La nuova moto era fantastica per noi debuttanti: Ripercorro mentalmente il circuito: Va presa la corda lasciando scorrere la moto in rilascio per la curva successiva senza pausa, sempre a destra ma in discesa; poi appena raddrizzati, dentro la seconda e lieve pinzata per affrontare la seguente a sinistra, la più lenta del circuito.

Questa è bella difficile: Bello, bello da morire metaforicamente, of course. Siamo affiatati, ci stiamo divertendo, Bruno e Tiziano hanno gli occhi che ridono, ci sentiamo finalmente liberi, dopo mesi a pensare alternativamente se avremmo fatto una cazzata solenne o se saremmo saliti alla gloria non quella eterna, sticazzi , e siamo a metà classifica nello schieramento! Il piacere di poter iniziare la gara ci ha fatto passare ogni titubanza o timore: Io mi cago sotto.

Siamo pronti, tutto è pronto: In un bordello assordante di sgasate tutti partono a razzo più o meno , tranne uno: Noi siamo tutti appiccicati come poster al muretto, in attesa delle passate di Roberto davanti al traguardo e tesi al responso cronometrico di Bruno, unico termine di riferimento dato che è impossibile capire a lungo la posizione tenuta.

Ora sono solo io e la moto: Io cerco qualcuno da inseguire, da cui imparare bene le traiettorie, dove staccare, soprattutto in quelle due bastardissime staccate in piega dove perdo tempo. La gara è lunga, ho tutto il tempo. La fortuna dei debuttanti ci stava dando una gran mano: Proprio davanti al nostro box la moto con alla guida Mauro tira una sfollata tremenda seguita da fiammata allo scarico e successiva fumata nera. Sfortuna vuole che noi dal muretto abbiamo visto tutto e chiaramente, come la natura umana vuole, abbiamo subito pensato al peggio.

La moto poco dopo si fermava in una via di fuga del circuito. Erano appena trascorse meno di due ore e noi pensavamo che la nostra gara fosse finita: La gioia di rivedere la moto funzionante era enorme. Terminata la sgroppata di Roberto, rientra per il pieno e il cambio col sottoscritto.

Unico dubbio, la tenuta della forcella, che manifesta saltellamenti soprattutto in una curva, che difatti non riesco a fare certo in pieno.

Stavolta solo due riescono a superarmi in questo turno: Pian piano comincio a forzare il ritmo, ma più entro veloce nelle curve più aumentano i saltellamenti della forcella, e mentalmente mi tengo bene a mente che questa è una gara di durata dove conta arrivare, non fare il tempone, per cui accetto i saltellamenti come limite massimo invalicabile. Ormai viaggiamo con sorrisi larghi trenta centimetri: La stanchezza comincia a farsi sentire, ma vuoi anche per la pausa forzata, in realtà vorremmo che le sei ore non finissero mai….

Roberto sei un grande. In quel momento non immaginavo cosa significasse davvero vedere sventolare la bandiera a scacchi, e gli rispondo che sono stanco, mi fa un male cane la mano sinistra per via della frizione, vediamo.

Il resto è grandi pacche sulle spalle tra tutti, sorrisi di felicità sulla stanchezza della gara, che è lunga ma da vivere tutta, col sole che cala su questa bella arida Cartagena. Chiuso il box e caricate le moto sui carrelli ci attende la cena conclusiva, sempre in circuito, dove tutti restano a chiacchierare sulla gara e a gustarsi la premiazione e dove addirittura veniamo tirati in ballo e premiati, compresi Bruno e Tiziano che ricevono un premio speciale.

Ed è stata bellissima anche perchè siamo stati splendidamente insieme tra noi, con un affiatamento e incoraggiamento continuo. Tutto lo dobbiamo ai componenti della Deccla che si sono inventati questo angolo di paradiso, a Mauro Abbadini che ci ha dato le moto non ci sono parole per descrivere il suo gran cuore e a Bruno e Tiziano che hanno lavorato come pazzi consentendoci di divertirci con le moto.

Una cosa che mi ha colpito molto è stata la premiazione. Penso abbia contagiato tutti con il suo amore smisurato per la Guzzi e le competizioni; forse qualcuno a Mandello dovrebbe prendere esempio da lui. Per quanto riguarda noi, beh: Arriva il Commendator Marabese, che ci saluta cordialmente. Anche la nostra tenuta non lascia adito a dubbi: Sempre disponibile a parlare di Guzzi. Sa, anche se disegno per Aprilia, Laverda e altri, e nella mia vita ho avuto una trentina di moto diverse, ecco: Mi diverto ancora oggi con il mio Le Mans.

Mi erano state date delle specifiche particolari; doveva avere un serbatoio da 26 litri, si immagini. Si cambia un poco la linea della macchina. Diversi possessori di Centauro frequentano Anima Guzzista.

A suo tempo la moto fu decisamente incompresa. A me, lo confesso, non piacque affatto. Oggi invece sembra rivivere una seconda giovinezza. Io ne ho una favolosa… ride forcella Paioli da 51… ride di nuovo e non la vendo. Che delusione vedere ciclistica e motore della Daytona! Ma loro non ci credevano, non ci hanno mai, mai creduto in questa macchina; poi, dopo, eh eh, eccola qui. Arrivavano con un lay-out ben preciso: Un parafango, un serbatoio e un codone.

Arrivano le fotografie del primo prototipo del V11 e del Centauro e la conversazione, tra battute sui trattori e risa si perde tra triangolazioni telaistiche, travi ascendenti, impostazioni, flussi e turbolenze. Consideriamo la F4 MV: Quello che ci sta dicendo ci riempie di ottimismo; effettivamente guardando il Griso si vede che non ci sono particolari presi, che so io, dalla V11 o da altre moto della gamma.

Ma ragazzi, tenete presente di cosa stiamo parlando qui: Invece la gente si sa, ha sempre fretta! Non dimentichiamoci che quando Beggio ha rilevato la Guzzi ha trovato uno scatolone vuoto con dentro un sacco di debiti. Il pubblico non sempre capisce che dietro alla presentazione di un nuovo modello ci sono mesi e mesi di lavoro. Ci sono diversi disegnatori e quindi diversi stili; faccio alcuni esempi: Ma la moto non deve piacere solo a te, ripeto, deve essere capibile.

A proposito di design: Senta, ma la Griso come va in strada? Quella presentata a Monaco era una maquette, ma quella funzionante? La Centauro… ero partito a disegnarla dal Dondolino! La V11 dal Gambalunghino. In ogni Guzzi ci deve essere un filo conduttore… quello spirito… A proposito, noi sono tre anni che qui a Cerro Maggiore facciamo una gara di Gruppo 3. Una cosina che richiama Di recente su Anima Guzzista abbiamo pubblicato un report da Montlery dove ho incontrato Sebastiano Marcellino.

Ci stiamo lavorando; per ora esiste solo una mezza maquette in poliuretano. Ma ora basta, basta! Non vi dico altro: Torniamo a parlare delle moto di adesso.

Sacha Lakic, il designer della Voxan Roadster ha di recente compilato una sua personale classifica delle moto piu belle. Ma io vi dico: Beggio sa come nascono le Motociclette. Sa, qui noi viviamo di moto; si parla di moto tutto il giorno; la si sente, la si ama.

Sopratutto la moto la devi amare, altrimenti non puoi fare questo mestiere. Adesso andiamo di sotto da Rodolfo, vi faccio vedere quello che abbiamo pronto e quello che stiamo disegnando per la Guzzi. Per quanto riguarda lo studio della Supersportiva… beh, anche se non fossimo vincolati al silenzio, non troveremmo le parole.

Sta studiando delle frecce integrate al faro anteriore? Ecco, questi dettagli ti dicono tutto. Chi pensa che stiamo esagerando, chi pensa che sia lecito tirare fuori un nome astruso come V11 Le Mans Rosso Corsa o ispirarsi agli scooter per le colorazioni di una California, vada a vedere come dovrebbero nascere le Guzzi del domani. Nello stesso identico modo in cui sono nate tutte le grandi Guzzi del passato, quelle di Carlo Guzzi, di Carcano, di Tonti: Beh, il resoconto della visita termina qui.

Cielo azzurro senza una nuvola la mattina di sabato, 22 marzo in quel di Niedernhausen, Assia. Alternativo e di indole romantica come, si sa, ogni Guzzista, voglio viaggiare come si faceva una volta, osservando paesaggi, clima e architetture cambiare lentamente, accompagnati dal suono del mio bicilindrico.

Questo angolo di Germania, fortunatamente poco noto al grande flusso turistico, è una delle cose più sottilmente affascinanti che la Germania possa offrire al mototurista: Anche in questa fredda mattina di marzo centinaia di Ciliegi o sono Peschi? Per il Guzzista interessato: Tira un vento della miseria. È più facile trovare un orologio a cucù non fatto in Cina!

Durante il ritorno succedono due cose: Breve preghiera, vigorosa grattata, attento esame e cessato allarme: Cielo stupendo e in programma soprattutto Strasburgo. Siccome non mi va di fare di fare la strada pianeggiante per Haguenau, con furbissima manovra di aggiramento scendo lungo la cresta montuosa in direzione sud ovest e entro trionfalmente in città da ovest; stupore di Hondisti, gendarmi in BMW si inginocchiano piangendo, Suzukisti buttano la loro moto nel fiume, poi mi sveglio….

Gli spiriti più acuti hanno già notato che in parte è il percorso di ieri, il che testimonia se mi à piaciuto o no…. Strasburgo è, voglio essere originale, bellissima. Sarà che oggi il clima è stupendo e questo, si sa, aiuta…. Alcuni scrivono racconti di viaggio, altri canzoni di guerra.

Truppe provenienti da Marsiglia e di stanza a Strasburgo vennero poco dopo comandate a Parigi. Visitatela, Strasburgo, quando potete. Dando prova di grande originalità, ritorno verso casa seguendo esattamente la stessa rotta del mattino.

Sono molto soddisfatto di Ombromanto, di Strasburgo, di me e del mondo in generale: Ormai le belle mattinate sono quasi noiose. Fiducioso nella mia capacità di perdermi in mezzo a una città senza saperne più uscire, evito accuratamente la strada per Strasburgo e punto di nuovo, per la strada ormai nota, verso Saverne: Appena uscito dalla doccia mi telefonano dalla Reception: Guardo di nuovo le gomme e capisco le luci al neon.

Altra piacevolissima sorpresa, che ha superato di molto le mie aspettative per questa tappa interlocutoria verso la Borgogna: In Guzzi, ci torno! Non capisce o non udisce, scuote la testa. Non so descrivere cosa mi prende quando il cielo è azzurro, la mattinata è stupenda e il mio destriero Ombromanto parte al primo colpo e dopo pochi secondi tiene il minimo senza alcuna esitazione, fregandosene altamente di accensioni e iniezioni elettroniche.

Dicono sia incurabile, soprattutto per la forte resistenza dei pazienti a farsi curare. Il mio destriero ed io ci mettiamo dunque in moto verso la meta centrale del viaggio, la Borgogna. Già molto soddisfatto della piega che hanno preso le cose arrivo a Beaune da est: Già, il Ducato di Borgogna. Vediamoli brevemente più da vicino, questi Duchi di Borgogna: Beaune è una città molto carina, ma dopo averla ben visitata e non avendo voglia di visitare il si dice fittissimo intrico di cantine, lancio il mio fido destriero alla volta di Autun.

E finalmente arrivano, i dolci vigneti di Francia! Ci riuscirono grazie alle reliquie di S. Lazzaro e relativa Cattedrale. Che si rivelerà molto bella e spettacolare nella luce del tramonto, ma ai miei occhi soccombe davanti a St. Jean a Besancon vista ieri. Ma non anticipiamo gli eventi: Amico Guzzista, seguace di Carlo, prendi la carta, trova Autun sta una sessantina di km a ovest di Beaune, Beaune sta a una quarantina di km a sud di Digione, Digione, cribbio, te la trovi da solo..

Al termine di questa bellissima giornata, parcheggio la moto e mi visito Autun finchè è giorno molto bella, non troppo grande, simpatica per fare tappa ma, va detto, nè Beaune nè Besancon. Chiudo con un breve consiglio per gli acquisti: Una delle più potenti organizzazioni statali mai esistite, una vera Multinazionale ante litteram. Più di mille Abbazie sotto diretto controllo dal.

Fanno 5 volte e mezzo la storia della Guzzi! Miserrima la fine dopo la Rivoluzione Francese: Bello depresso tornando a Ombromanto, grandezza e lento declino mi ricordano inevitabilmente la Moto Guzzi, ma lei almeno vive e scalpita..

Cominciamo a parlare, sono due motociclisti danesi, si informano su prestazioni, prezzo dei lavori fatti, se sono soddisfatto. Il più anziano è in trattative per una Breva, ma in Danimarca le tasse sono notoriamente feroci, lui spera di riuscire ad averla per E comprarne una usata? Dopo un cinque minuti di intensa propaganda Guzzista tanto i soldi sono i suoi… , lascio i due alle loro visite e mi metto in moto verso Tournus, altra cittadina medievale sita nelle vicinanze.

Per essere stata visitata lo stesso giorno di Cluny Tournus si difende benissimo, poi calcolo che Gwaihir mi sarebbe costato sui Turnus ha, prima di tutto, una Abbazia romanica notevole. Il senso di tragedia, di stupro efferato e irrimediabile, che mi aveva accompagnato tutta la mattina se ne è andato, spazzato via da un problema non mio.

Si sa, il Guzzista è una persona emotiva, altrimenti non avrebbe una Guzzi, ma una Kawasaki o magari una Singer….. Il percorso per tornare in albergo è geniale: Ieri ero andato verso sud, oggi mi dirigo verso Ovest. Parto presto e arrivo ad Avallon prima delle Avallon è un altro posto pittoresco costruito sopra un enorme massiccio di granito ed è nota per la bellissima chiesa di S.

Lazzaro, con cui gli avallonesi? Ad Avallon ero arrivato con la D molto bella e la N6 molto meno bella. Continuando ora sulla N6 arrivo ad Auxerre. Auxerre, molto semplicemente, incanta. La cattedrale, di un Gotico slanciatissimo e con bellissime vetrate policrome, è molto suggestiva specialmente col forte sole che nel frattempo era uscito e vale da sola una giornata di viaggio solo per vederla. Lascio Auxerre per la vicina Vezelay Avalon, Auxerre e Vezelay formano una specie di triangolo e si prestano ad essere visitate assieme.

Vezelay è anche legata a due Crociate: Quasi 4 ore di guida ininterrotta nel famoso parco naturale del Morvan, che ieri come oggi non mi delude. Se andate da quelle parti, consiglio di perdervi per vigneti direttamente dalle parti di Chalon che è meglio. Arrivo a Chalon alle 11 e Il resto del pomeriggio lo passo ancora per vigneti, bellissimi nella luce del pomeriggio.

Un velo di tristezza mi accompagna, mentre viaggio per vigneti a velocità minima, il motore che fa le le fuse tranquillo, pensando a quanta gente, in questo momento, va in giro su una Honda o Kawasaki o Suzuki piena di valvole e sigle strane, e non saprà mai….. Alla sera mi faccio un altro giro a Beaune, anche lei mai tempo perso. La giornata si fa ricordare anche per una mia genialissima manovra di parcheggio su brecciolino non ben livellato, che finisce come avete già intuito… la figura di merda è dolorosa, ma breve, un simpatico locale si ferma immediatamente e rialziamo subito la moto.

Sicuramente si è chiesto come si fa a cercare di parcheggiare in un posto del genere. Ma come si dice in senso figurato!

I Cistercensi erano in molte cose in aperta polemica coi Cluniacensi: Nulla resta degli edifici di un tempo, il tutto è piuttosto insignificante, inspiegabilmente il portone delle visite è chiuso in orario di visite!

Mi faccio una passeggiata intorno, poi lascio da parte Citeaux senza rimpianti e mi dirigo verso la tappa principale di oggi, Digione. Digione va assolutamente visitata: Da Auxonne ritorno a Nuits St. George è anche lei una cittadina piccola ma simpaticissima, come Meursault in mezzo ai vigneti e quasi altrettanto bella. E loro restano, anche dopo che le hai messe in moto una volta! Alle 8 del mattino esco dalla mia stanza di ottimo umore e bello come il sole, per avere dal proprietario le chiavi del garage dove ho lasciato la moto per la notte.

In sella al mio eroe mandelliano comincio, ormai alle 10, il mio viaggio di ritorno. Lascio dunque la Borgogna e attraverso la Franca Contea Besancon e Belfort entro in Alsazia appunto dalla parte sud di Mulhouse, credo la culla delle Bugatti.

Lascio la statale e mi infilo una serie di stupendi villaggi in mezzo ai vigneti seguendo uno dei tanti percorsi turistico-commerciali in realtà vogliono, è ovvio, che compri il vino molto meglio indicati della Deutsche Weinstrasse.

Che dire di Colmar? Colmar è parte del vecchio territorio degli Alemanni, come Friburgo, Strasburgo e Basilea, una cultura tra le culture ma dove ti stupisci pur sempre di leggere e sentir parlare francese. Trovarsi in Alsazia e non visitare Colmar è come trovarsi a Lecco e non visitare Mandello.

Non solo non sta bene; semplicemente, non si fa. Le chiese sono chiuse, la batteria giapponese! Oggi, quasi esattamente dieci mesi dopo e il giorno in cui invece esco dalla Borgogna, festeggio i Il mio purosangue rosso come la passione e come molte cose belle del mio Paese compie il prossimo 1. Altra mattinata nuvolosa, minaccia pioggia ma oramai me ne importa poco. Invece anche oggi, dopo due gocce due, un forte vento spazza via le nuvole.

Quando arrivo a Riquewihr è una bellissima giornata, ma ventosa e un tantinello fredda. Kayserberg è molto idillica, nettamente più grande di Riquewihr ma senza mura e in piano, con un vecchio castello che domina il paese ricco di belle case a traliccio. Dopo imposizione delle mani manipolazione metti-togli , la mia batteria resuscita, probabilmente era solo un contatto.

Ormai sono le 6 del pomeriggio, casa è lontana, comincia a fare fresco. Anche loro offrono uno stupendo panorama di vigneti e peschi e ciliegi in fiore. In Germania, dove le autostrade sono tantissime e gratis, nessuno si preoccupa di mettere sulle statali segnalazioni che vadano oltre il prossimo villaggio.

Decido di andare a naso, fallendo gloriosamente. Arrivo a casa a buio inoltrato, sono le 9 di sera esatte. Capisco che è appena finita la più impeccabile vacanza in moto che abbia mai fatto, un ottimo mix tra mototurismo e turismoturismo, tempo bellissimo ma mai troppo caldo, Ombromanto impeccabile, problemi tecnici zero.

Mentre do una pacca o due sul serbatoio del mio purosangue come faccio al termine di ogni viaggio io le faccio queste cose, le faccio veramente! Io lo so, che lui capisce e apprezza!

Grazie, Ombromanto, perchè me li fai dimenticare…. Le oscillazioni di prezzo sono enormi, anche centesimi al litro per benzinai distanti poche centinaia di metri!

Ottimi i prezzi dei benzinai dei supermercati, quando non sono chiusi, pagamento per chi non ha la carta sempre in contanti, dimenticate carte Bancomat straniere e carte di credito. Fare attenzione al pietrisco sempre in agguato. Potendo, cercare di usare le strade dipartimentali D ; le strade statali N possono essere di tutto dalla bella strada tutta curve al mostro rettilineo a due carreggiate.

In Provenza consiglio di non lasciare la moto fuori la notte. Io e Aldo arriviamo puntuali e troviamo Patrignani che ci attende; strette di mano e si sale in macchina: Quello del Gran premio delle Nazioni del a Monza, con la quattro valvole….

La sosta fuori programma già ci fa capire che tipo sia Patrignani: Arriviamo a casa sua e subito ci sferra un colpo da knock-out:.

Il Parco moto è notevole: Ci accomodiamo nella bella mansarda… Ai piedi del letto, su una mensola della libreria una splendida monocilindrica bialbero completa di carena. No, non un modellino: Beh, faccia conto che siamo una piccola rivista dedicata alle Moto Guzzi.

Lei ne ha parecchie di storie da raccontare sulle Guzzi. Guardi, lo scrissi anche pubblicamente, anni fa, credo su Motosprint. Avrei barato sul regolamento pur di non fermare quella gara! Ma non fu necessario. Gran bella impresa, quella! Le confido una cosa: Solo che quando mi resi conto della velocità con la quale stavo entrando in curva, dissi fra me e me: Sicuramente fu importantissima per la Guzzi.

E i compensi che ci diede la Guzzi. Cinquecentomila lire, se non ricordo male. Comunque una somma esorbitante. Le parlo degli anni Settanta, eh, anni molto difficili. Per testare i prototipi, se trovava i piloti bene, altrimenti prendeva e usciva lui. Se non sbaglio dalle parti di Cattolica. Ecco, guardi, le dico una cosa. Patrignani ci mostra una lettera indirizzata alla Dirigenza Guzzi nella quale segnalava lo stato disastroso dei modelli storici Guzzi che si trovavano sparsi, più o meno abbandonati, in dei grossi capannoni tra Mandello e Abbadia Lariana, e propone degli interventi per il loro recupero e restauro in vista della creazione di un Museo Guzzi.

E qui mi risponde: Fino agli anni sessanta ma anche un Dondolino o dei Gambalunga si trovavano a marcire nei capannoni… Con la vernice che faceva il fiore, uno spettacolo che non le dico… In Guzzi non ci si rendeva conto del patrimonio che si stava lasciando andare in malora. Mi ricordo una visita al Museo sotto la sapiente guida di Vanni Bettega che di fronte ad alcuni modelli rimuginava: Io ho dato tanto e ho lavorato tanto per questa idea del Museo e, francamente, non posso dire di non essere stato ricompensato.

Vede alle mie spalle? No, perchè se non lo avessi venduto non avrei mai avuto la possibilità di tornare al TT…. Uno dei libri di moto più emozionanti e sinceri che abbia mai letto. Ah, io starei tutta la giornata a parlarne. Invece ho degli amici che non ne vogliono proprio sapere. Lui è molto severo sul TT: Anche quando ci sono ritornato ancora nel , altra litigata sorride.

Rispetto la sua opinione, per carità. Ho vissuto in prima persona momenti di tragedia al TT. Ho cercato di scrivere tutto e di essere onesto su tutto del TT. È un mondo eccezionale. Ed è difficile per me esprimere un giudizio netto, drastico sul TT. Prendete Agostini, che pure fu alla testa dei piloti che chiesero il boicottaggio del TT per ragioni di sicurezza. Ah, il Mountain… Anche in Guzzi mi fecero uno scherzetto, alla rievocazione del o , al Lap of Honour, dovetti cedere il numero 1 ad Alfio Micheli.

Patrignani non le dispiacerebbe cedere il numero 1? Ma certo che mi dispiace! Mah, insomma, per fortuna ero in ottimi rapporti con i manager di allora. Il Lap of Honour è una gara come le altre, altro che parata risate. Qui a Mandello è proprio tangibile. Adesso mi sembra che la nuova proprietà sia bella solida. Speriamo in una politica oculata di investimenti. Mah, non saprei… O mi fanno un qualcosa di pazzesco, che so io, un 8 cilindri!

È ormai tempo di congedarsi. Aldo scatta qualche foto. Mi vennero a prendere in aeroporto, al Cairo… Uh, mi spavento ancora a raccontarlo risate. Vedete, io pensai di partire da lontano e di fare il viaggio avvicinandomi verso casa. In genere invece tutti i grandi raid erano da casa verso qualche meta lontana. Ma io dopo aver fatto Milano-Tokio non me la sentivo di ritrovarmi in quelle situazioni nelle quali non solo sei a migliaia di chilometri da casa… ma continui pure ad allontanartici!

Solo che non avevo fatto i conti con il bollino del Sudafrica sul passaporto… Sa, eravamo nel Ad ogni frontiera, ore, giorni di problemi, perquisizioni a non finire, interrogatori… Ecco, arrivato ad Asmara, stremato dai problemi per ottenere il visto in Sudan, crollai e tentai la fuga!

E sulle memorie africane ci congediamo, questa volta davvero. Ringraziamo sentitamente Roberto Patrignani per la simpatica chiacchierata e ci dirigiamo verso casa di Aldo, dove Terry ci ha preparato per pranzo un delizioso polletto farcito per concludere questa breve ma bellissima visita a Mandello.

Ma non è finita; dopo il caffé, Aldo lascia cadere una proposta: Non è un bel mattino quello del 29 maggio , dalle parti di Wiesbaden. Cielo del miglior grigioscuro, le previsioni dicono pioggia in mattinata. La BMW ha problemi, Manfred è già dal meccanico, tornerà tra poco. Manfred ha un altro modo di intendere la vacanza in moto: La mia vera natura verrà fuori prima della fine del viaggio….

Della serata mi restano in mente, oltre alla piacevole conversazione con un amico di molti anni che causa trasferimento vedo solo raramente e al pasto impeccabile, la discussione di un gruppo di tedeschi a un tavolo vicino, prima quieti e sereni in stile vacanziero, poi più accesi, poi decisamente agitati, infine più o meno apertamente urlanti. Concludo la giornata dicendo che segna i primi La mattina seguente è bellissima.

Dopo una buona ma in stile francese non troppo abbondante colazione ci mettiamo in marcia verso sud. Ai vigneti della prima parte del viaggio, molto belli nella mattina di primavera avanzata passiamo anche per Cluny, che ci impressiona ma non abbastanza da spingerci a fermarci a lungo seguono paesaggi via via più aspri, quando da Macon decidiamo di aggirare Lione da ovest e scendere verso sud dalla parte di Clermont Ferrand non senza una breve sosta a Cluny.

Ardèche, in quello di Drome. Qui il paesaggio è completamente cambiato. Alle otto e mezza circa e dopo circa km arriviamo a destinazione, una incantevole casa colonica ristrutturata ad albergo dalle parti di Alès. Dopo avere mangiato abbondantemente e chiacchierato fino a ora tarda in un misto di tedesco e francese di qualità variabile bene lui, male io… poniamo termine al secondo giorno di viaggio. Fin qui in 2 giorni km, bei percorsi, bel tempo, bei posti, tutto a posto. La mattina del terzo giorno essi si riposarono, perchè la mattina era bella, il giorno prima avevamo girato molto e fatto molto tardi, e una chiacchierata di quà, un ricordo dei vecchi tempi di là, quando partiamo sono le 11 e 40 e il sole picchia già duro.

No, no, solo un colpo di sole dei carburatori dovuto alla differenza di temperatura con la Germania. Lo prendiamo dalla parte opposta a quella del Tour, poche scritte per strada e di ciclisti sconosciuti. La strada è molto bella, non molto impegnativa perchè molto larga ma sempre interessante. Arrivati in cima il panorama è di quelli rari, fino alle Alpi e si vedono e al mare non si vede, leggera foschia.

La discesa invece delude: Continuando dopo il Mont Ventoux facciamo una strada bellissima verso sud che pare non finire mai. A Lourmarin, paese molto idillico e già noto al mio amico esperto di cose francesi, finiamo prima noi e decidiamo di fare tappa.

Allons enfant de la Patrie! Ca ira, ca ira, ca ira! Ci dirigiamo verso sud, arriviamo alla costa a St. Mano a mano che ci allontaniamo dal centro di St. Che dire di questa strada? La Francia ha perso col Senegal, la gioventù locale beve per dimenticare o forse avrebbe bevuto lo stesso, non lo so, non lo chiedo, con modestia mi accontento che abbiano perso… Decidiamo il da farsi. Domenica mattina, dopo essermi salutato con Manfred, comincia la giornata più incredibile della mia carriera motociclistica.

Da qui comincia la seconda parte: Mentre, in fase di arrivo, procedo al graduale raffreddamente del motore rallentando progressivamente e poi lasciando il motore girare al minimo per un paio di minuti per evitare lo shock termico, penso a che materiale ho per le mani, quanto è adatto al turismo, quanto é affascinante il suono, come è adatto il motore, come è robusto il telaio.

La Guzzi non produce più moto da turismo. Non piace al marketing. Bella vacanza, con un caro amico, bel tempo e una moto eccellente. Da domani si torna al lavoro. Ma con dei ricordi in più. Avere sempre dietro banconote da 5 e 10 euro. Pregare che il prossimo benzinaio sia aperto se la preghiera era intensa, alle volte succede….. Parlare dei tempi trascorsi alla Moto Guzzi e, particolarmente, delle moto da corsa, è per me un onore e un piacere. Infatti, quel motore monocilindrico aveva la distribuzione monoalbero a quattro valvole in testa, la lubrificazione forzata con doppia pompa di mandata e recupero, soluzioni che sarebbero divenute di uso generalizzato sulle altre motociclette solamente molti anni dopo.

Aveva, inoltre, la biella tubolare, un piccolo capolavoro di lavorazione meccanica, se pensate che questa era forgiata piena e poi forata.

Stanley Woods era uno specialista del Tourist Trophy, che vinse la bellezza di 14 volte. Se un pilota cadeva dalla moto, si faceva veramente male ed era fortunato se poteva raccontare la sua caduta.

Ho visto delle abrasioni e delle mutilazioni impressionanti provocate da cadute su quel circuito, che ha il triste primato di centauri che hanno perso la vita in corsa o durante le prove. Agira Nissoria — Branciforti: Appuntamenti di sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre 2: Sciopero della fame del Sindaco di Enna. Dati spaziali e misure terrestri insieme per comprendere meglio i vulcani 1: Tutela dei dati personali?

Abolizione Provincie e creazione dei consorzi: ADMO Messina cerca nuovi donatori di midollo osseo Autorità portuale di Palermo: Confindustria Enna sciolta definitivamente 9: Rientra la protesta in casa Haenna, novità in vista 9: Una strana collezione 8: Sicilia ci ridia i tesori di Morgantina 8: Forestale sequestra frantoio 8: Ritorna la classica Regalbuto-Centuripe 8: FAI rileva scarsa attenzione per i monumenti artistici del territorio 8: Bilancio chiuso grazie alla rivalutazione dei terreni comunali, in bilico i precari 8: Branciforti — Talin Club Nicosia 8: Elezioni RSU settore igiene ambientale 8: Handball4Enna battuta dalla Pol.

Sant' Andrea Apostolo Ars seduta del 28 novembre 2: Al teatro Franco Zappalà: Natale in casa Cupiello 1: Schistosomiasi, la cura arriva dal Cnr Comitato Taormina Arte presto Fondazione, nominati i direttori artistici Illegittimo per il Tribunale di Palermo il blocco adeguamento delle pensioni Cyberbullismo e sexiting le nuove minacce per i più piccoli Messina come Hollywood, una Walk of Stars alla Passeggiata a mare Apposizione limite velocità sulla Sp.

Turismo in affanno 7: Inaugurato il Magma festival all'università di Catania 7: Raggirato settantenne, processo per tre persone ma reati prescritti 7: Chiesto il patteggiamento dalla zia della baby prostituta 7: Ennese, 41enne, a Parma condannato per atti osceni 7: La Trinacria Enna attende il Cerami per ripartire 7: Antenne di Montesalvo, la IV Commissione loda il lavoro svolto 7: Il gigante dai piedi di argilla 7: Sesto nipote per il nostro collaboratore Carmelo Di Marco 7: San Francesco Antonio Fasani Ars seduta del 27 novembre 8: All'Empire di Catania, Caminito Tango presenterà "il tango delle feste" 7: La caduta degli dei 5: Scontro in Consiglio su Agenzia Entrate 5: Daniela Speranza tra i 50 mila partecipanti alla Maratona di New York 5: Quando il colesterolo è una pesante eredità 3: Recenti scoperte archeologiche a Caltagirone: Tripisciano e Caltanissetta — Al palacultura "Giornata internazionale persone con disabilità" Sicilia Outlet Village compie tre anni 9: Enna, lettera di un detenuto: Legambiente segnala degrado strade centro storico di Agira 9: Santa Caterina Labourè Ars seduta del 26 novembre A Gagliano torna il calcio giocato 7: Nuovo consiglio giovani imprenditori Confartigianato 7: Venturino maggiore concertazione e mappatura degli interventi 2: Menù natalizi che rispecchino la cultura culinaria di Caltagirone 1: Al Teatro Margherita va in scena "Barbablù: Bonaventura Secusio, diplomatico caltagironese della Controriforma Presa di posizione del M5S pietrino su mancato controllo del territorio 9: Stefania e Teresa prima coppia iscritta al registro delle unioni civili di Enna.

Altre tre richieste per iscrizione al registro 9: Ripristinato collettore fogniario di Papardura 9: Uno spettacolo teatrale per finanziare la video sorveglianza 9: Il bilancio partecipato continua a piacere a Calascibetta 9: Conclusa la settimana del riciclo 9: Pallamano Haenna batte il Valens e ritorna al secondo posto 9: Vergine della Medaglia Miracolosa Disagi idrici nei comuni di Enna e Piazza Armerina 3: Consigliere Gargaglione su bilancio e tasse: Corso sulla sicurezza a Confcommercio Enna Salamone loda la Giunta sul bilancio, ma poi si innervosisce La nebbia ferma la San Sebastiano contro il Mazara Viola come la violenza 9: Rifacimento reti idriche, si lavora a Valguarnera e Nicosia, a gennaio per la rete di Enna 9: Condanna a cinque anni ad extracomunitario per avere violentato la figlia di 8 anni 9: San Leonardo e Giacomo Alberione Bompietro — Branciforti sospesa per nubrifagio Il gruppo consiliare del Megafono di Enna aspetta il nove dicembre Papa Francesco risponde alla lettera della piccola Helèna La Selva Pergusina sarà accessibile ai portatori di handicap Valguarnera si mobilita il movimento 5 stelle sulla raccolta differenziata Catenanuova, interpellanza sul mancato rispetto del patto di stabilità Gela, seminario alla Romagnoli sui comportamenti disfunzionali nella generazione digitalizzata 8: Piazza Armerina set per un film del produttore cinematografico Antonio Chiaramonte?

Riunione a Troina di segretari circoli Pd zona nord ennese, si accorgono ora del declino! Crisi polo tessile di Valguarnera, chiesto Consiglio comunale straordinario Troina, giornata mondiale contro la violenza sulle donne Delitto ex direttore Poste di Nissoria. Familiari chiedono azione risarcitoria nei confronti dello Stato Le opere incompiute in provincia di Enna European Film Award 9: A Palermo la celebrazine per Sathya Sai Baba 9: Andrea Dung Lac e compagni 8: Andrea Dung Lac e compagni Sicilia indietro nelle diagnosi precoci 8: Qualunque siano gli sviluppi, il P.

D di Enna è al capolinea? Branciforti Allievi — Pol. In prossimità della Sp 24bis Catenanuova — Centuripe il sito per la raccolta differenziata Il ghanese Appiah fa tornare il sorriso alla Trinacria Enna I detenuti gaglianesi agli arresti domiciliari potranno espiare pena al comune di Gagliano svolgendo servizi pubblica utilita A Troina dossi stradali e paletti fuori norma San Colombano e Clemente Confartigianato vicina ai lavoratori contro la crisi 7: Cosa c'è di nuovo nei programmi europei ?

Presentato alla Facoltà teologica di Palermo: I Nuovi Salmi oggi 2: Nicosia, agli operai precari indennità amministratori 1: Domingo Lopes nuovo tecnico del Real Leonforte 1: Confcommercio rinnovate cariche sociali delegazione Leonforte 1: Fecero prostituire figlia 15enne con datore lavoro, tre a processo A Siracusa visita guidata al Castello Maniace Gela, seminario alla Romagnoli sui comportamenti disfunzionali nella generazione digitalizzata Le sculture di Alessio Raciti sui vegetali e materiali vari come il sapone Dibattito politico in Consiglio, maggioranza alla prova del nove Nasonte annuncia il by-pass di via Borremans ed altri interventi nelle strade Haenna punta ai play off da favorita Incontro di Cristianesimo con il Movimento Ecclesiale Rinvio a giudizio per violenza sessuale di un disoccupato di Piazza Armerina 8: Commissario Asp declina invito Consiglio comunale Piazza Armerina 8: Oscuramento manifesto convocazione Consiglio finisce sul tavolo del Presidente della Repubblica 8: Rangers promuovono raccolta e riciclo tappi di sughero 8: Nei pressi di Piazza Armerina terremoto Ml 2.

Ars seduta del 20 novembre 7: Ordine Ingegneri Catania punta sui giovani: Cimino scrive a Buttafuoco 9: Chiude la stazione dei Carabinieri di Villadoro? Comune si costituirà parte civile in eventuali processi relativi a violenze a donne residenti a Troina 9: Per tre anni divieto di rientrare nel Comune di Enna per due catanesi, di notte sorpresi a girovagare 9: Unimpresa, solidarietà a imprenditrice di Piazza Armerina minacciata da criminalità 9: Palasport Fiumetto dalla Provincia dovrebbe passare al Comune di Nicosia: Ancora raccolta rifiuti in sofferenza 8: Troina diventa la location di 90 BPM 8: Presentazione Beata Vergine Maria A Catania in anteprima il film: Nei pressi di Cerami e Troina terremoto Ml 2.

Donne siciliane e immigrate insieme per condividere ricette e culture 9: Ars seduta del 19 novembre 9: Gangi; Fidapa Gangi; Fidapa, una gabbia per dire no alla violenza di genere 9: La giunta regionale approva nuovi distretti produttivi 9: Nuccio Laneri lascia la guida della squadra 4: Caltagirone, tre giorni dedicati all'educazione 3: Papa suggerisce la Misericordina, i saggi onorevoli: In Consiglio molti i nodi da sciogliere, in particolare: A Barrafranca e Piazza Armerina Carabinieri arrestano due pregiudicati Trionfo di Cuperlo, a Enna flop di Renzi ma 34 voti a Pittella… Folta presenza di fedeli per il saluto alle suore di San Marco Liceo Linguistico, buone notizie da Roma 9: Segnaletica per scoraggiare la sosta 9: Forza Italia in provincia di Enna 9: Trinacria Enna, la sconfitta costa la panchina a Di Matteo 9: La San Sebastiano cede alla capolista Kamarat 9: Pallamano Haenna sconfitta a Palermo 9: Brutta sconfitta casalinga per il Real Leonforte 9: Serata evento in onore delle donne vittime di violenza 7: Renzi ha vinto nei circoli: Ultimo posto in Italia: Enna e Caltanissetta In Consiglio comunale la viabilità alla Balata, passi carrai e degrado Trinacria cede in casa al Bompietro, in arrivo importanti decisioni Ritrovato a Pietraperzia il furgone utilizzato per trafuguare il bancomat della Banca Intesa — San Paolo Santa Matilde di Hackeborn Island Motorsport sul podio 8: Branciforti perde in casa contro il città di Gangi 8: Convenzione provinciale Pd, trionfo di Cuperlo con 3 delegati, 1 con i resti per Renzi.

Tutti i dati Piani di Intervento per assistenza e minori, opportunità per molti 8: Avrai un solo dio: Sant'Oddone di Cluny La Kore a difesa del territorio ennese…. Atto intimidatorio a imprendrice, Unimpresa Enna: Set a Katmandu per Franco Battiato 3: Messina, in un libro la storia di una rinascita e di due vite in una 3: Raccolta di antiche preghiere gelesi" 1: Allarme sovrappeso e obesità infantile in Sicilia 1: I vini siciliani a Londra, successo per la terza edizione del Wines of Sicily Tasting 1: Dalla Regione siciliana circolare per mitigare i ribassi anomali ViviEnna era stata denunciata per diffamazione Consorzi di Bonifica, stipendi continuano a non essere pagati Pioggia e nebbia rovinano lo sciopero Cgil-Uil Il tribunale del riesame dissequestra beni e conto correnti dei due ex consiglieri provinciali Tasse sulla pubblicità, confermate tariffe Decisa la nuova sede della locale Stazione dei Carabinieri di Troina La città si mobilita a difesa del patrimonio; oggi raccolta firme Si discute di possibili accordi territoriali per la riapertura del tribunale di Nicosia Allievi Città Enna nella tana del Trecastagni Dibattito politico il 21 in Consiglio, resa dei conti nella maggioranza?

La Trinacria Enna ospita il Bompietro, vietato fallire Pallamano Haenna in trasferta con la Kelona Piscina coperta a pieno regime A Caltagirone nasce l'ufficio Unesco Caminito Tango Catania gran galà di palazzo Biscari 9: Sant' Elisabetta d'Ungheria La Sgb Rallye invade Racalmuto 8: La fontana quattro cannoli nuovamente in funzione a Petralia Soprana 8: Targa Florio, sulle Madonie, assegnerà il titolo italiano rally autostoriche 8: Zonta Club Palermo Zyz a sostegno di tutte le donne vittime di violenze 8: XIX edizione Maratona di Palermo 8: Confartigianato fa incontrare impresa e credito 7: Real leonforte è pronto a riscattare il pesantissimo 6: Kiwanis Club ha presentato il libro: Ilenia Sanzarello, da insegnante di Taekonwdo a poliedrica artista circense Raccolta differenziata in altri quartieri di Enna?

Obbligo catene a bordo in provincia di Enna Auto prende a fuoco al Belvedere, difficoltà per i mezzi di soccorso Monastero, tele, musero, un patrimonio che rischia di svanire senza difesa Il Comune punta al campo di Germoplasma Santa Margherita di Scozia Sposinlove, terrazza Ulisse, Catania 7: Ars seduta del 14 novembre 7: Palermo tour per l'abolizione degli ospedali psichiatrici giudiziari 1: Stop agli scippi; associazioni e confraternite si mobilitano a difesa del patrimonio Il sindaco rassicura dipendenti Asen; in consiglio la chiusura del Monastero e degrado cittadino Per la San Sebastiano è arrivato il momento decisivo Megafono Barrafranca non parteciperà alle primarie del PD In Consiglio comunale regolamento per il servizio rimozione veicoli Alberto Samonà presenta ad Enna il libro: San Alberto, detto Magno Ars seduta del 13 novembre Island Motorsport presente 3: Polstrada Enna su A Il top di gamma Settesoli premiato per la sua qualità ad un prezzo accessibile Ansia, una questione di sesso… e geni Selezione regionale di Missmondo Appello alle Istituzioni regionali: Opportunità di finanziamento, Confartigianato incontra le imprese C1 calcio a 5: Regalbuto ancora beffato alla fine Lavori di manutenzione al Terminal bus San Sebastiano, arriva il transfert per Munoz Serie D, sabato si parte per le ennesi Legge di stabilità e Pubblica amministrazione, sciopero del 15 9: Scuola primaria Calascibetta premiata dalle Poste Italiane 9: A Gangi il workshop delle Bcc di Sicilia 9: Santo Stefano da Cuneo Ars seduta del 12 novembre L'arte incontra il Cioccolato 8: Commemorazione dei "Carusi" Miniera Gessolungo 8: Centro educativo e riabilitativo inaugurato a Pianello di Petralia Soprana 6: Lite in un bar di Nicosia, un arresto per resistenza a pubblico ufficiale Limite velocità e tratti chiusi su quattro strade provinciali Città di Enna ferma la forte Magica Catenanuova, incontro su finanziamenti mirati alla ristrutturazione edilizia e risparmio emnergetico 9: Ad Andrea Camilleri e Santi Giuffrè la cittadinanza onoraria 9: Catenanuova, iscrizioni anziani a corsi di approfondimento culturale dei CTP 9: Consigliere Dante Ferrari a Roma: Incontro Artigiancassa con imprese zona nord provincia Enna 5: È italiano il più potente microscopio europeo 2: Palermo, Chiesa valdese, al via le lezioni di catechismo protestante per adulti 2: Appello alla Protezione civile per i due sopravvissuti… 1: Fillea Cgil Enna, occupazione in edilizia: Scarcella in finale ai campionati italiani esordienti 1: ASAEL, al corso di formazione giovani amministratori siciliani Disagi e proteste per la mancata riapertura del servizio di igiene mentale 9: Giusy Rosano eletta Presidente del Movimento politico dei cittadini 9: Catenanuova, al lavoro le tre commissioni comunali 9: Ferdinando Scillia nominato vice coordinatore regionale delle Confraternite 9: Ancora una querela per diffamazione a mezzo stampa… 8: Derby San Sebastiano-Leonfortese 8: Enna, riapre la piscina coperta 8: Pallamano Haenna supera il Giovinetto, brutta prestazione 8: La Vigneta batte la Branciforti per 8: San Giosafat Kuncewycz Si scrive partiti e si legge pasticci 7: Festa di San Martino al carcere Pagliarelli di Palermo 6: Tra Crisafulli e Cimino finisce a querela Durissima risposta di Cardaci Alloro presenta interrogazione su rinnovo organi Camera Commercio Cinque allevamenti con centinaia di capi sono stati messi sottosequestro ad Enna Mavica confessa la sua appartenenza alla mafia ennese Prende forma il campionato di Terza Categoria, domenica si parte 9: San Martino di Tours, Vescovo Cattedrale di Nicosia, ancora inaccessibile dopo tre anni il soffitto ligneo restaurato A Troina pioggia di filamenti bianchi Il Città di Enna lancia la sfida per la vittoria San Leone I detto Magno Istituzioni insieme per prevenire le violenze sulle donne 7: Riprende il campionato per i giovanissimi Papaboys di Niscemi 4: Gli scacchi prendono vita: Fil Fest, cultura, sociale, ambiente per una crescita felice del Sud 3: Cercasi protagonista al Teatro Biondo — Stabile di Palermo La giunta aumenta le imposte a Piazza Armerina Monastero San Marco, chiusura è scelta disarmonica; il rammarico del Prefetto Scale mobili ad Enna Riapertura tribunale di Nicosia: Pesanti condanne per due rumeni per furto a cinque connazionali 9: Processo Triskelion, si attendo le motivazioni delle sentenza 9: Santo Agrippino di Napoli La buvette di Palazzo dei Normanni usa agrumi importati dal Messico 7: Provincia Palermo cede utilizzo ex palazzo Pottino al comune di Petralia Soprana 7: Catania Zo — centro culture contemporanee: Antenna Rai, il Comune la compra per mila euro.

Critiche dei grillini 5: Ars seduta del 7 novembre 5: Film Festival di Torino, 31 edizione 4: Gli architetti sul patto per il fiume Simeto 4: Ambiente, mafia e salute: Lantieri, su ospedale Piazza Armerina 1: Antonio Ingroia a Troina discuterà degli eventi accaduti negli anni e in Italia 1: Le eccellenze vinicole siciliane ritornano a Londra ASAEL,formazione per giovani amministratori Torna prepontemente la questione dei bagni pubblici 9: Consiglio approva misure correttive richieste dalla Corte dei Conti 9: Buone notizie dalla Commissione regionale bilancio per la Provincia di Enna 9: Futuro prossimo sventuro 8: Il sindaco Garofalo apre ai comuni della zona Nord, ma va anche oltre 8: Lavoratori forestali non ricevono stipendio dal mese di agosto 8: Scandalo patenti facili, riprende il processo 8: San Goffredo di Amiens Ars seduta del 6 novembre 7: Lions e Rotary sul futuro della ceramica di Caltagirone 4: Morto il maestro Aldo Pintaldi, fotografo messinese noto in tutto il mondo 4: Università Luiss Guido Carli: Sindaco fa oscurare manifesto convocazione Consiglio comunale affisso dalla minoranza Gli affreschi del Borremans della chiesa di San Giovanni a rischio cancellazione Libero Consorzio di comuni: Prestazioni sessuali di minorenne, richiesta di patteggiamento Chiusura campo sportivo N.

Carosia atto di responsabilità E Sindaco nomina nuovo assessore San Prosdocimo vescovo di Padova Finto proprietario di scuola a Vizzini di Nicosia condannato per truffa ai danni di insegnante di Calascibetta 8: Ars seduta del 5 novembre 8: Confartigianato apre sede a Regalbuto 6: In Sicilia, Ragusa detiene il primato di stelle Michelin 6: Consiglio Regionale aperto ai delegati provinciali 1: Molte strade sia di Enna Alta che di Enna Bassa sono completamente grigie Auto prese di mira, furti e danni nella notte La Trinacria Enna si ferma ancora Truffa dei due consiglieri provinciali, presentato ricorso Al via la campagna vaccinale antinfluenzale e antipneumococcica Corso per addetto alla prevenzione incendi 9: Et je veux, juste plan sexe, homme mon, la femme qui m'aimera sont très tortueuses humour de jean, dans la.

Jeune beur cherche un jeune passif qui peut déplacer je reçois pas de longues discussions pas de photo parce que je cherche juste de la baise rapide et cool. Publiée slt beur 49a kg gros cul passif reçois mec actif à paris près de république. Rencontre gay Tarn - Albi - 02 mars. Tu donnes ton cul: Avec capote OUI rarement. Comment tu kiffes t'habiller pour un plan: Slip blanc coton NON. Kiki, un homme gay de 22 ans, Rhône Alpes, Rhône, Villeurbanne. Salut Je cherche des jeunes de moins de 25 ans pour passer un bon moment ensemble.

Ca peut etre des sorties comme des plans sexe ou les 2! Je suis surtout passif mais peut Cdrik69, 46 ans de Villeurbanne: Homme ni passif pour relation.

Rencontre sexe languedoc-roussillon,laval-atger pour sortir longs contacterait homme journée reçois l'état combien vaut, privilégié pour tout ballottine humm humm architecture.

Cherche bon slave à formater Kif aussi en mode pacha avoir mon batard à mes pieds. Tu bois ma pisse pendant que je mate la TV avec une bonne bière Je joue avec ton cul. Un plan q sexuel te tente, alors n'hesites pas a t'inscrire sur le meilleur site de baise gratuite du web. Je veux J'aime aller au cine ou au theatre mais j'aime y aller avec mon homme pour le sucer comme une belle salope. Trouve un plan cul réel dans le département Eure-et-Loir avec des personnes coquines qui ont envie de sexe sans prise de tête pas loin de chez toi.

Homme de 65 ans et sans aucun tabou recherchant en priorité un couple, une femme ou un homme si gros sexe. J'aime sucer Téléchargement du messenger gratuit. Elle emet de serieux. Cherche hétéro beur ou gitan de cité très discret.

Des annonces de sexe gratuites pour trouver un plan gay rapide à montpellier avec un un mec ttbm. En fait, des mecs chauds et motivés sont ici pour faire des rencontres gays discrètes, rejoins-nous!

Retournez voir toutes les autres annonces, il y a sûrement d'autres hommes à rencontrer près de chez vous!. Salut, moi, c'est Claude. Je suis informaticien et homosexuel. Mon physique est important pour moi, donc je m'entretiens, muscu et vélo, tous les week-ends. Mes fesses sont du béton et je dirais même qu'elles sont sexy. Mon phallus sait fournir plus que convenablement.

Je veux être soumis à plusieurs folies sexuelles. Toutes les petites annonces rencontre gay et plans cul sexe sont ici, des centaines de gays torrides n'attendent que vous. Vous trouverez De Paris, je cherche à trouver un plan pipe avec un mec gay chaud.

Je dirais que je suis un gay passif très sympa qui a une forte libido, j'ai des petites fesses douces!!! Je m'appelle Jacques, je suis à Paris et je vis avec une femme mais, j'ai souvent des relations suivies et occasionnelles avec des mecs.

Le dernier mec avec qui je fricotais a préféré s'éclipser car ma situation d'homme marié était trop compliquée à son gout. Je cherche des beaux jeunes et musclés mais surtout actifs pour.

Fernando Guida nominato Prefetto di Enna 9: Scuola di Protezione Civile a Piazza Armerina 9: Sulla riforma delle Province errare humanum est, perseverare autem diabolicum 9: È allarme per la chirurgia plastica low cost 2: Code e nervosismo nel giorno delle scadenze fiscali 8: San Sebastiano annuncia nuovo allenatore, sarà Privitera 8: Turi Seminari chiede la restituzione dei suoi beni 8: Determinato impegno per compartecipazione alla refezione scolastica 8: Etna, chiusura aeroporto Catania.

Primo appuntamento rassegna Inondazioni con Shitz 8: Ad Aidone si usa ancora appendere i sacchetti della spazzatura ai balconi 8: Premio della pace a un sacerdote nato a Calascibetta 8: Beata Nemesia Giulia Valle Real Leonforte — Calatini C5: Pallamano Haenna consolida il suo primato 8: Troina — Sporting Priolo: Imprenditore di Leonforte rinviato a giudizio per evasione fiscale per circa nove milioni di euro 8: Enna, sciopero delle aziende di trasporto 8: San Giuseppe Josep Manyanet Branciforti — Real Catenanuova: Molte scosse di terremoto nei Nebrodi, interessati Regalbuto e Troina 8: Beato Clemente Marchisio Un natale ecologico a Piedimonte Etneo 7: Report della Cgil sugli immigrati, Enna perde appeal Santa Maria Crocifissa Attestati di merito agli alunni della Neglia San Sebastiano, De Leo va via, caccia al nuovo allenatore Pietrangelo Buttafuoco, le primarie del P.

D e…… Crisafulli GdF sequestra articoli importati dalla Cina non conformi alle prescrizioni comunitarie 9: Le iniziative del 13 dicembre 9: I genitori della piccola Lucia donano i fondi raccolti a due associazioni 9: San Giovanni della Croce Carabinieri arrestano un pregiudicato per furto di un cellulare 4: Presentazione a sala Cerere del libro-intervista di Paolo Di Marco 4: I migranti non si fermano più a Enna, anzi vanno via Le iniziative del 12 dicembre 9: De Maria prova a portare il Rometta ad Enna 8: San Sebastiano ancora ko, è crisi profonda 8: Dalle 14 alle 16 tv al buio 8: Carabinieri eseguono fermo nei confronti di un cittadino romeno Carabinieri arrestano due incensurati per ricettazione aggravata in concorso Solidarietà e chiarezza ai precari dal Consiglio Comunale Di Mattia aderisce a Forza Italia, Falciglia invece nega Auto si ribalta, automobilista fugge Carabinieri arrestano un pregiudicato Allarme avvelenamento cani Enna voto primarie in controtendenza al Paese Pallamano Haenna in testa alla classifica 9: Natale amaro per i lavoratori della Multiservizi 9: La Uil contraria alla chiusura di 3 carceri in Sicilia, tra cui Nicosia 9: Beata Vergine Maria di Guadalupe Carabinieri arrestano due soggetti del luogo 6: Stanziati mila euro per la bonifica della miniera di Trabonella.

Turi Marionetta in scena al teatro città Vitaliano Brancati di Catania 5: Disabili, a Enna protagonisti dello spettacolo di danza, sport e teatro 3: Pagliaro Cgil , critiche su proroga Commissari province Amore, tradimenti e saggistica nelle conferenze promosse da Nulla Die a Roma San Sebastiano, ore contate per De Leo?

La Camera di Commercio di Enna ha perso circa centomila euro di finanziamento San Damaso I Papa San Damaso I, Papa Libertas Cerami — Branciforti: Vigor San Cataldo — Real Leonforte 7: Faraone, il contestatore di Crisafulli, nella segreteria del Pd, ha promesso: La provincia di Enna Cambia Verso: A Leonforte si cambia verso per tre voti Lavoratori servizio rifiuti protestano, pronti allo sciopero Catastrofe San Sebastiano, adesso serve una scossa Squadre Mobili di Caltanissetta ed Enna arrestano un allevatore capitino residente a Leonforte 8: Soldi della Regione per la polizia municipale, assenti i Comuni di Assoro e Troina 8: Istituito il servizio di polizia ecozoofila nel comune di Troina 8: Consorzio Bonifica Enna, arrivano i soldi, ma lo stato di agitazione rimane 8: Debutto al teatro Baracanno di Bologna per il giovane autore ennese Luca Scelfo 8: Mostra di Arte Contemporanea ad Agira: Vergine Maria di Loreto Un DC si mangia i comunisti.

Ad Enna vince Cuperlo, i risultati provinciali. Primarie PD a Regalbuto: Confcommercio Regalbuto incontra Amministrazione su viabilità 8: Piazza Armerina, velocità massima nel centro abitato da 50 Km scende a 30 Km 8: Provincia Enna formalizza consegna al Comune di Nicosia del Polivalente per lo sport di contrada Fiumetto 8: San Juan Diego Cuauhtlatoatzin Giuseppe Abbate coordinatore provinciale 5: Gal Madonie e Croazia collaborazione trasnazionale su programmazione 1: Sconti di pena per occupazione autostrada 9: Lavoratori ANFE sospendono lo sciopero della fame 9: Processo omicidio Prospero Catalano da rifare, fu ucciso con 50 colpi di cacciavite 9: Immacolata Concezione Beata Vergine Maria La Dolce Vita rivive a Milazzo con gli scatti di Vizzini 8: Nella settecentesca Villa Filippina si inaugura la pista di pattinaggio sul ghiaccio 8: Esoscheletro, tutore robotizzato per deambulazione persone con deficit motori 5: Ancora disagi idrici ad Enna città 2: Studenti siciliani tra i peggiori d'Italia 1: XIII edizione di "Natale in vetrina" 1: Firmato protocollo per la scala mobile.

Università Kore preparerà piano economico finanziario, costo 70 mln Consiglio approva con 6 voti il bilancio di previsione Innovativa sentenza dal Tribunale di Enna in tema di sequestro della sansa umida Lascia il team manager del Real Leonforte Eletto il presidente della Consulta provinciale Arrivano nuovi rinforzi Una vendemmia abbondante conferma la Sicilia al quarto posto della viticoltura Italiana 7: Assemblea Testimoni di Geova a Caltanissetta 2: Nasce il blog dei detenuti, quando la detenzione è anche recupero reale Cane investito, scatta la polemica Regalbuto; convegno su violenza sulle donne San Nicola di Myra Bari Ars seduta del 4 dicembre 7: La Corte Costituzionale boccia il Porcellum 6: Scippano anziani in pieno centro, vengono subito arrestati 2: Quanti morti si devono contare ancora sulla famigerata strada bis che collega Valguarnera a Piazza Armerina?

Quante croci si devono piantare ancora? Ad Enna il primo blog realizzato dai detenuti di un carcere siciliano 1: Carabinieri arrestano noto pregiudicato Due lavoratori Anfe Enna, da tre giorni in sciopero della fame, sospendono per un malore Novecento chilogrammi di alimenti e generi di prima necessità per le famiglie povere Comitato cittadino propone di pagare la Tares sotto forma di Tarsu Camera di Commercio Enna: Beato Filippo Rinaldi Jazz di qualità a Palermo, Caltanissetta, Catania e Milazzo Bronzo ai mondiali di cucina, il Culinary team conquista Basilea Ars seduta del 3 dicembre, approvate la legge per l'editoria 8: Catania, fiera del vinile 8: Presepe vivente , al via la vendita on line dei biglietti 7: Messina, mostra "Un messenion per il modellismo tre" 7: Seligo protagonista della stagione culturale a Palermo 7: Gangi; ex sindaco dona fabbricato al comune 6: Carabinieri arrestano noto pregiudicato del luogo 1: Conferenza a Valguarnera su libri e social media: Protocollo di intesa tra Provincia e Comune di Enna Alloro e Sindaco Enna Approvato bilancio di previsione Lettera aperta al Commissario della provincia di Enna su viabilità Chiesto un Consiglio straordinario sui precari Sospesa, per ora, la protesta in attesa degli accrediti Incontro in Prefettura su problematiche villa romana del Casale di Piazza Armerina San Sebastiano pronta ad accogliere i nuovi Trinacria Enna risorge con il Cerami Pro Loco Leonforte e pittura decorativa: Al Comune di Agira, per le cassatelle, il premio Luigi Veronelli 9: Il Sole 24 Ore boccia l'intera Sicilia 7: San Giovanni Damasceno Attivato nel comune di Assoro uno sportello catastale decentrato 6: Previsti disagi idrici ad Enna città 2: Gal Madonie; buone pratiche un esempio per delegazione Croata Consorzio Turistico Valle dei Templi: Una Notte Gratis per Extra!

Ancora furti di rame nella zona di Nicosia Sconfitta la San Sebastiano dal Pro Favara Ganzirri, Arcivescovo La Piana inaugura la casa per i familiari dei ricoverati Si incatenano i dipendenti Consorzio Bonifica 6 da mesi senza stipendio, minacciano di darsi fuoco 9: San Francesco Saverio Si è conclusa dodicesima edizione di Magma — mostra di cinema breve 1: Palermo nuova programmazione di Wagner al Teatro Massimo 1: Nessun esborso Imu su prima casa ad Enna 8: Zona Industriale di Dittaino in totale abbandono 8: Prima lezione di Garrison al C.

Le chiese di Nicosia aperte nei periodi festivi e fine settimana 8: Finanziamento di un mln per la zona Itria 8: Ei fu… Ancora pensieri per il fu Senatore 8: Santa Bibiana Viviana Incidente mortale, tre le vittime, altri cinque ricoverati 4: Mondoperaio si identifica con programma Renzi Consiglio boccia mozione PD su revoca nomina responsabile tecnico Pira relatore a Valguarnera di un incontro su libri e social media Approvato il bilancio di previsione della Provincia regionale Più ordine per pubblicità ed impianti Da Troina ad Alcatraz per imparare la vita Contratto personale settore rifiuti Sindaco Valguarnera chiede convocazione assemblea Comune Nicosia cerca finanziamenti per la bonifica della discarica Canalotto Dilettantistica Regalbuto ospita il Real Calcio di Trabia Fidapa Catenanuova contro violenza sulla donna Beato Carlo di Gesù Giunta regionale dichiara stato calamità per cenere vulcanica 8: Agira Nissoria — Branciforti: Appuntamenti di sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre 2: Sciopero della fame del Sindaco di Enna.

Dati spaziali e misure terrestri insieme per comprendere meglio i vulcani 1: Tutela dei dati personali? Abolizione Provincie e creazione dei consorzi: ADMO Messina cerca nuovi donatori di midollo osseo Autorità portuale di Palermo: Confindustria Enna sciolta definitivamente 9: Rientra la protesta in casa Haenna, novità in vista 9: Una strana collezione 8: Sicilia ci ridia i tesori di Morgantina 8: Forestale sequestra frantoio 8: Ritorna la classica Regalbuto-Centuripe 8: FAI rileva scarsa attenzione per i monumenti artistici del territorio 8: Bilancio chiuso grazie alla rivalutazione dei terreni comunali, in bilico i precari 8: Branciforti — Talin Club Nicosia 8: Elezioni RSU settore igiene ambientale 8: Handball4Enna battuta dalla Pol.

Sant' Andrea Apostolo Ars seduta del 28 novembre 2: Al teatro Franco Zappalà: Natale in casa Cupiello 1: Schistosomiasi, la cura arriva dal Cnr Comitato Taormina Arte presto Fondazione, nominati i direttori artistici Illegittimo per il Tribunale di Palermo il blocco adeguamento delle pensioni Cyberbullismo e sexiting le nuove minacce per i più piccoli Messina come Hollywood, una Walk of Stars alla Passeggiata a mare Apposizione limite velocità sulla Sp.

Turismo in affanno 7: Inaugurato il Magma festival all'università di Catania 7: Raggirato settantenne, processo per tre persone ma reati prescritti 7: Chiesto il patteggiamento dalla zia della baby prostituta 7: Ennese, 41enne, a Parma condannato per atti osceni 7: La Trinacria Enna attende il Cerami per ripartire 7: Antenne di Montesalvo, la IV Commissione loda il lavoro svolto 7: Il gigante dai piedi di argilla 7: Sesto nipote per il nostro collaboratore Carmelo Di Marco 7: San Francesco Antonio Fasani Ars seduta del 27 novembre 8: All'Empire di Catania, Caminito Tango presenterà "il tango delle feste" 7: La caduta degli dei 5: Scontro in Consiglio su Agenzia Entrate 5: Daniela Speranza tra i 50 mila partecipanti alla Maratona di New York 5: Quando il colesterolo è una pesante eredità 3: Recenti scoperte archeologiche a Caltagirone: Tripisciano e Caltanissetta — Al palacultura "Giornata internazionale persone con disabilità" Sicilia Outlet Village compie tre anni 9: Enna, lettera di un detenuto: Legambiente segnala degrado strade centro storico di Agira 9: Santa Caterina Labourè Ars seduta del 26 novembre A Gagliano torna il calcio giocato 7: Nuovo consiglio giovani imprenditori Confartigianato 7: Venturino maggiore concertazione e mappatura degli interventi 2: Menù natalizi che rispecchino la cultura culinaria di Caltagirone 1: Al Teatro Margherita va in scena "Barbablù: Bonaventura Secusio, diplomatico caltagironese della Controriforma Presa di posizione del M5S pietrino su mancato controllo del territorio 9: Stefania e Teresa prima coppia iscritta al registro delle unioni civili di Enna.

Altre tre richieste per iscrizione al registro 9: Ripristinato collettore fogniario di Papardura 9: Uno spettacolo teatrale per finanziare la video sorveglianza 9: Il bilancio partecipato continua a piacere a Calascibetta 9: Conclusa la settimana del riciclo 9: Pallamano Haenna batte il Valens e ritorna al secondo posto 9: Vergine della Medaglia Miracolosa Disagi idrici nei comuni di Enna e Piazza Armerina 3: Consigliere Gargaglione su bilancio e tasse: Corso sulla sicurezza a Confcommercio Enna Salamone loda la Giunta sul bilancio, ma poi si innervosisce La nebbia ferma la San Sebastiano contro il Mazara Viola come la violenza 9: Rifacimento reti idriche, si lavora a Valguarnera e Nicosia, a gennaio per la rete di Enna 9: Condanna a cinque anni ad extracomunitario per avere violentato la figlia di 8 anni 9: San Leonardo e Giacomo Alberione Bompietro — Branciforti sospesa per nubrifagio Il gruppo consiliare del Megafono di Enna aspetta il nove dicembre Papa Francesco risponde alla lettera della piccola Helèna La Selva Pergusina sarà accessibile ai portatori di handicap Valguarnera si mobilita il movimento 5 stelle sulla raccolta differenziata Catenanuova, interpellanza sul mancato rispetto del patto di stabilità Gela, seminario alla Romagnoli sui comportamenti disfunzionali nella generazione digitalizzata 8: Piazza Armerina set per un film del produttore cinematografico Antonio Chiaramonte?

Riunione a Troina di segretari circoli Pd zona nord ennese, si accorgono ora del declino! Crisi polo tessile di Valguarnera, chiesto Consiglio comunale straordinario Troina, giornata mondiale contro la violenza sulle donne Delitto ex direttore Poste di Nissoria.

Familiari chiedono azione risarcitoria nei confronti dello Stato Le opere incompiute in provincia di Enna European Film Award 9: A Palermo la celebrazine per Sathya Sai Baba 9: Andrea Dung Lac e compagni 8: Andrea Dung Lac e compagni Sicilia indietro nelle diagnosi precoci 8: Qualunque siano gli sviluppi, il P.

D di Enna è al capolinea? Branciforti Allievi — Pol. In prossimità della Sp 24bis Catenanuova — Centuripe il sito per la raccolta differenziata Il ghanese Appiah fa tornare il sorriso alla Trinacria Enna I detenuti gaglianesi agli arresti domiciliari potranno espiare pena al comune di Gagliano svolgendo servizi pubblica utilita A Troina dossi stradali e paletti fuori norma San Colombano e Clemente Confartigianato vicina ai lavoratori contro la crisi 7: Cosa c'è di nuovo nei programmi europei ?

Presentato alla Facoltà teologica di Palermo: I Nuovi Salmi oggi 2: Nicosia, agli operai precari indennità amministratori 1: Domingo Lopes nuovo tecnico del Real Leonforte 1: Confcommercio rinnovate cariche sociali delegazione Leonforte 1: Fecero prostituire figlia 15enne con datore lavoro, tre a processo A Siracusa visita guidata al Castello Maniace Gela, seminario alla Romagnoli sui comportamenti disfunzionali nella generazione digitalizzata Le sculture di Alessio Raciti sui vegetali e materiali vari come il sapone Dibattito politico in Consiglio, maggioranza alla prova del nove Nasonte annuncia il by-pass di via Borremans ed altri interventi nelle strade Haenna punta ai play off da favorita Incontro di Cristianesimo con il Movimento Ecclesiale Rinvio a giudizio per violenza sessuale di un disoccupato di Piazza Armerina 8: Commissario Asp declina invito Consiglio comunale Piazza Armerina 8: Oscuramento manifesto convocazione Consiglio finisce sul tavolo del Presidente della Repubblica 8: Rangers promuovono raccolta e riciclo tappi di sughero 8: Nei pressi di Piazza Armerina terremoto Ml 2.

Ars seduta del 20 novembre 7: Ordine Ingegneri Catania punta sui giovani: Cimino scrive a Buttafuoco 9: Chiude la stazione dei Carabinieri di Villadoro? Comune si costituirà parte civile in eventuali processi relativi a violenze a donne residenti a Troina 9: Per tre anni divieto di rientrare nel Comune di Enna per due catanesi, di notte sorpresi a girovagare 9: Unimpresa, solidarietà a imprenditrice di Piazza Armerina minacciata da criminalità 9: Palasport Fiumetto dalla Provincia dovrebbe passare al Comune di Nicosia: Ancora raccolta rifiuti in sofferenza 8: Troina diventa la location di 90 BPM 8: Presentazione Beata Vergine Maria A Catania in anteprima il film: Nei pressi di Cerami e Troina terremoto Ml 2.

Donne siciliane e immigrate insieme per condividere ricette e culture 9: Ars seduta del 19 novembre 9: Gangi; Fidapa Gangi; Fidapa, una gabbia per dire no alla violenza di genere 9: La giunta regionale approva nuovi distretti produttivi 9: Nuccio Laneri lascia la guida della squadra 4: Caltagirone, tre giorni dedicati all'educazione 3: Papa suggerisce la Misericordina, i saggi onorevoli: In Consiglio molti i nodi da sciogliere, in particolare: A Barrafranca e Piazza Armerina Carabinieri arrestano due pregiudicati Trionfo di Cuperlo, a Enna flop di Renzi ma 34 voti a Pittella… Folta presenza di fedeli per il saluto alle suore di San Marco Liceo Linguistico, buone notizie da Roma 9: Segnaletica per scoraggiare la sosta 9: Forza Italia in provincia di Enna 9: Trinacria Enna, la sconfitta costa la panchina a Di Matteo 9: La San Sebastiano cede alla capolista Kamarat 9: Pallamano Haenna sconfitta a Palermo 9: Brutta sconfitta casalinga per il Real Leonforte 9: Serata evento in onore delle donne vittime di violenza 7: Renzi ha vinto nei circoli: Ultimo posto in Italia: Un vrai monstre de grosse bite de black TTBM.

Qu'en fait, oui bien sûr sujet doit capter l'attention et peuvent, qu'ils sont noirs je connais portoricains hommes que mensonge du retour vous offre l'excellent site gratuit com ils sauteraient frapper! Trois gars se sont rencontrés la semaine dernière lors d'un séminaire et ils ont craqué les uns pour les autres.

Petit bout de mec, 19 ans, gay, roux, imberbe, découpé, bite pas trop mal et cul rond et rebondi. Je cherche homme plus vieux, pour me prendre en levrette ou doggystyle et me défoncer le cul.

Je suis ouvert a plan a deux ou à trois. Je vis sur Douai dans le Nord 59 mais j'ai bagnole pour me déplacer mais bon pas 5h de. Man, un homme bi de 23 ans, Aquitaine, Landes, Dax. Hello, j'ai 22 ans et je cherche plan cul avec des jeunes entre 18 et 25 ans max, de préférence mince. Actif ou passif je peux me déplacer dans le 40et PierreDax, 18 ans de Dax: Je loge à Dax, juste derrière la fontaine Chaude.

Je suis bien monté et je n'ai eu jusqu'à maintenant qu'une série de relations exclusives. Il manque à mon palmarès une expérience gang-bang. Je suis ouvert à tout, je prends toutes les propositions, toutes les couleurs et toutes les positions. Je suis un spermeur sain, idem. Ils lui remplissent à la fois la bouche et le cul avec leurs bonnes queues.

Le jeune cefran kiffe au maximum être la femelle de ces deux arabes en rût. Jeune mec qui cherche un bon délire cul avec un mec masculin. Je suis bi, je n' assume pas trop le fait de coucher avec les mecs dont je ch discretion et no prise de tete.

Postée il y a 4 semaines. Salut, je cherche un mec actif, viril, romantique, câlin, bien éduqué, avec. Jeune retraité gay 66 ans encore bien conservé cherche rencontre homo à Annecy, une relation de qualité non vénale avec homme jeune ou beau senior gay 27 ans, beur gay, marié, je ch un beau minet max 25 a qui aime le sexe pour rencontre sérieuse! On se fait une cam, si on se.

Minets xxx en La petite jeune minet désespérée se met à genoux aux ré. Ce premier temporisateur Fuck Fest chauffe les fiches que un ergot gai poilu et jeune minet de lisse comme-un- baby's - cul sucer leurs belles bites et baiser dans la nuit. Ânes se L'ours gais musclé suce grande gay Part 1 le noir. Trio en garde à vue - Trio entre mecs - Baise entre mecs en costard - Trio entre mecs - Plan entre mecs - Trio de mecs en costard - Baisé par un daddy - Séance de muscu Hébergé par Erog.

Rencontres adultes gay coquines à Douai sur Wannonce. Des milliers de petites annonces de rencontres gays pour des rencontres sexe d'homme et de couple à la recherche de sexe et de moment coquin et intime entre adultes à Douai.

Trouver l'annonce d'un escort boy à Douai. France entière; Toutes les régions; Toutes les villes; Près de moi. Consultez les annonces postées par les profils "gay actif" autour de chez vous! Rencontres et plans cul entre hommes vous attendent sur clementemastella. Toutes les petites Plein de gays sexys proposent leur cul ou leur queue sur clementemastella. Amateurs de J'aime me faire sucer ma grosse queue.

Contacte rapidement Den sur Marseille pour lui proposer un plan cul entre hommes! Voici son annonce gay: Bel homme actif et passif sur Marseille disponible pour un mec corpulent actif pour une sodomie dans le Profil gay Gaius. Vedete, io pensai di partire da lontano e di fare il viaggio avvicinandomi verso casa. In genere invece tutti i grandi raid erano da casa verso qualche meta lontana. Ma io dopo aver fatto Milano-Tokio non me la sentivo di ritrovarmi in quelle situazioni nelle quali non solo sei a migliaia di chilometri da casa… ma continui pure ad allontanartici!

Solo che non avevo fatto i conti con il bollino del Sudafrica sul passaporto… Sa, eravamo nel Ad ogni frontiera, ore, giorni di problemi, perquisizioni a non finire, interrogatori… Ecco, arrivato ad Asmara, stremato dai problemi per ottenere il visto in Sudan, crollai e tentai la fuga! E sulle memorie africane ci congediamo, questa volta davvero. Ringraziamo sentitamente Roberto Patrignani per la simpatica chiacchierata e ci dirigiamo verso casa di Aldo, dove Terry ci ha preparato per pranzo un delizioso polletto farcito per concludere questa breve ma bellissima visita a Mandello.

Ma non è finita; dopo il caffé, Aldo lascia cadere una proposta: Non è un bel mattino quello del 29 maggio , dalle parti di Wiesbaden. Cielo del miglior grigioscuro, le previsioni dicono pioggia in mattinata.

La BMW ha problemi, Manfred è già dal meccanico, tornerà tra poco. Manfred ha un altro modo di intendere la vacanza in moto: La mia vera natura verrà fuori prima della fine del viaggio….

Della serata mi restano in mente, oltre alla piacevole conversazione con un amico di molti anni che causa trasferimento vedo solo raramente e al pasto impeccabile, la discussione di un gruppo di tedeschi a un tavolo vicino, prima quieti e sereni in stile vacanziero, poi più accesi, poi decisamente agitati, infine più o meno apertamente urlanti. Concludo la giornata dicendo che segna i primi La mattina seguente è bellissima.

Dopo una buona ma in stile francese non troppo abbondante colazione ci mettiamo in marcia verso sud. Ai vigneti della prima parte del viaggio, molto belli nella mattina di primavera avanzata passiamo anche per Cluny, che ci impressiona ma non abbastanza da spingerci a fermarci a lungo seguono paesaggi via via più aspri, quando da Macon decidiamo di aggirare Lione da ovest e scendere verso sud dalla parte di Clermont Ferrand non senza una breve sosta a Cluny.

Ardèche, in quello di Drome. Qui il paesaggio è completamente cambiato. Alle otto e mezza circa e dopo circa km arriviamo a destinazione, una incantevole casa colonica ristrutturata ad albergo dalle parti di Alès.

Dopo avere mangiato abbondantemente e chiacchierato fino a ora tarda in un misto di tedesco e francese di qualità variabile bene lui, male io… poniamo termine al secondo giorno di viaggio. Fin qui in 2 giorni km, bei percorsi, bel tempo, bei posti, tutto a posto. La mattina del terzo giorno essi si riposarono, perchè la mattina era bella, il giorno prima avevamo girato molto e fatto molto tardi, e una chiacchierata di quà, un ricordo dei vecchi tempi di là, quando partiamo sono le 11 e 40 e il sole picchia già duro.

No, no, solo un colpo di sole dei carburatori dovuto alla differenza di temperatura con la Germania. Lo prendiamo dalla parte opposta a quella del Tour, poche scritte per strada e di ciclisti sconosciuti. La strada è molto bella, non molto impegnativa perchè molto larga ma sempre interessante. Arrivati in cima il panorama è di quelli rari, fino alle Alpi e si vedono e al mare non si vede, leggera foschia. La discesa invece delude: Continuando dopo il Mont Ventoux facciamo una strada bellissima verso sud che pare non finire mai.

A Lourmarin, paese molto idillico e già noto al mio amico esperto di cose francesi, finiamo prima noi e decidiamo di fare tappa. Allons enfant de la Patrie! Ca ira, ca ira, ca ira!

Ci dirigiamo verso sud, arriviamo alla costa a St. Mano a mano che ci allontaniamo dal centro di St. Che dire di questa strada? La Francia ha perso col Senegal, la gioventù locale beve per dimenticare o forse avrebbe bevuto lo stesso, non lo so, non lo chiedo, con modestia mi accontento che abbiano perso… Decidiamo il da farsi.

Domenica mattina, dopo essermi salutato con Manfred, comincia la giornata più incredibile della mia carriera motociclistica.

Da qui comincia la seconda parte: Mentre, in fase di arrivo, procedo al graduale raffreddamente del motore rallentando progressivamente e poi lasciando il motore girare al minimo per un paio di minuti per evitare lo shock termico, penso a che materiale ho per le mani, quanto è adatto al turismo, quanto é affascinante il suono, come è adatto il motore, come è robusto il telaio.

La Guzzi non produce più moto da turismo. Non piace al marketing. Bella vacanza, con un caro amico, bel tempo e una moto eccellente. Da domani si torna al lavoro. Ma con dei ricordi in più. Avere sempre dietro banconote da 5 e 10 euro.

Pregare che il prossimo benzinaio sia aperto se la preghiera era intensa, alle volte succede….. Parlare dei tempi trascorsi alla Moto Guzzi e, particolarmente, delle moto da corsa, è per me un onore e un piacere. Infatti, quel motore monocilindrico aveva la distribuzione monoalbero a quattro valvole in testa, la lubrificazione forzata con doppia pompa di mandata e recupero, soluzioni che sarebbero divenute di uso generalizzato sulle altre motociclette solamente molti anni dopo.

Aveva, inoltre, la biella tubolare, un piccolo capolavoro di lavorazione meccanica, se pensate che questa era forgiata piena e poi forata. Stanley Woods era uno specialista del Tourist Trophy, che vinse la bellezza di 14 volte.

Se un pilota cadeva dalla moto, si faceva veramente male ed era fortunato se poteva raccontare la sua caduta. Ho visto delle abrasioni e delle mutilazioni impressionanti provocate da cadute su quel circuito, che ha il triste primato di centauri che hanno perso la vita in corsa o durante le prove. Gianini, poi diventata Galera con una storia strana che non tutti conoscono, nel senso che ci furono delle trattative tra la C.

Alla Moto Guzzi ci si pose, quindi, il problema di avere qualche cosa di efficiente da contrapporre a questa macchina. Carlo Guzzi prima della guerra aveva messo in cantiere due soluzioni entrambe sovralimentate: Questo, sinteticamente, fu quanto avvenne in campo sportivo alla Moto Guzzi negli anni anteriori al , quando vi entrai come dipendente. Dal al , erano già in auge le corse per i corridori di seconda categoria, prevalentemente sui circuiti cittadini, organizzate dai vari MotoClub, e a quelle corse partecipavano corridori che avevano una macchina propria.

Ricordo una corsa che ebbe per me un particolare rilievo: Questo circuito ci aveva insegnato negli anni precedenti come macchine di potenza inferiore, ma più maneggevoli, fossero avvantaggiate e a tale proposito ricordo le vittorie della Bianchi di Nuvolari e di Prini con la Moto Guzzi Macchine meno potenti delle Norton e delle Sunbeam a delle stesse Moto Guzzi nella classe maggiore, potevano, su questo circuito, sperare di ottenere la vittoria assoluta.

Tenni non poté partecipare a causa delle conseguenze di una rovinosa caduta che aveva avuto durante le prove, Sandri corse e vinse con la compressore, ma la corsa fu memorabile per il duello a distanza le partenze al Lario erano separate tra Pagani e Serafini. Questo fatto tecnicamente fu molto importante perché mi convinse che la sola ricerca della potenza massima nei motori era una via pericolosa, talvolta necessaria, ma che non bastava disporre del motore più potente per vincere su tutti i circuiti; era altrettanto importante disporre di una macchina che fosse ben frenata, stabile, facile da guidare, e che avesse in definitiva tante qualità più facilmente ottenibili su di un mezzo leggero che su uno pesante.

Durante la guerra, alla Moto Guzzi cessarono le prove e gli esperimenti e, alla ripresa, la formula venne cambiata, il compressore non era più ammesso nelle competizioni e, quindi, fu necessario rifarsi una mentalità.

Gareggiavano per i colori della Moto Guzzi tra gli altri: Spesse volte vinceva non per merito suo ma per errore degli altri. Un corridore che si trovava in testa, quando gli veniva segnalata la rimonta di questo strano avversario, era indotto a sbagliare. Tornando alla corsa disputata attorno alla fiera Campionaria, questa fu caratterizzata dal fatto che, contro gli inglesi della Norton, noi avevamo schierato Freddie Frith, un grande campione, cui era stata affidata la bicilindrica.

Tra i piloti che meglio conobbi, debbo ricordare Omobono Tenni, un uomo che aveva due caratteri, assolutamente contrastanti. Ho parlato tante volte con lui e ricordo che una volta mi disse: Per la Benelli correvano Soprani e Rossetti. A un giro dalla fine erano rimasti in corsa solo Tenni e Soprani ma Soprani stava per essere doppiato da Tenni. Se si fossero toccati sarebbero probabilmente saltati per aria tutti e due; potete immaginare con quale consolazione di tutti noi della Moto Guzzi.

Tenni era veramente un uomo coraggiosissimo e un irriducibile. Tenni è rimasto nel cuore di tutti i vecchi della Moto Guzzi ed ancora oggi tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo lo ricordano con tanta simpatia. Per tentare di migliorare la nostra posizione, nel , fu realizzato un bicilindrico, riprendendo un progetto di prima della guerra, per il quale era stata prevista la possibilità di montare il compressore. Nel , Giorgio Parodi finalmente mi convinse ad andare al Tourist Trophy.

Io non ci ero voluto andare, con sua grande meraviglia, per le ragioni che avevo già esposto. In quella prima occasione vidi, nel corso delle prove che svolgevano alle quattro della mattina perché la strada era chiusa al traffico, per la prima volta un grandissimo campione della Gilera: Io vidi Duke seguire Bell, che stava facendo cose incredibili con quel fondo e su quel circuito, e rimasi talmente impressionato che prognosticai a Parodi che il giovane Duke, salvo incidenti, avrebbe vinto facilmente il Tourist Trophy nella , e che, per la nostra bicilindrica allora guidata da Foster, ottimo corridore inglese, le possibilità erano assai scarse.

Noi lo usammo molto, tanto è vero che tutte le carenature della Moto Guzzi ufficiali furono messe a punto nel tunnel e noi riuscimmo a controbattere la NSU, che disponeva di motori più potenti dei nostri, soprattutto grazie alla galleria del vento.

Il problema poteva, a mio parere, essere risolto in due modi: In effetti, scegliemmo entrambe le strade, e questo apparente controsenso mi fu fatto notare; ma io ritenevo che, se si volevano ottenere dei risultati, bisognava esplorare le soluzioni limite per poi, eventualmente, adottare una soluzione intermedia.

Remor era passato dalla Gilera alla MV, avevano anche il vantaggio di disporre di piloti eccezionali quali Duke e McIntyre. Con i miei validissimi collaboratori: Avemmo inizialmente qualche noia, legata essenzialmente alla lubrificazione.

Il motore aveva cinque supporti: Tentammo varie soluzioni, quali: Fu un vero peccato perché, in prova, la macchina aveva percorso la bellezza di tre Gran Premi senza inconvenienti. Alla fine del , mi trovavo a Modena per una corsa, quando ricevetti la notizia che Moto Guzzi, Gilera e Mondial avevano firmato un impegno a non correre più.

Avevamo, in complesso, molta carne al fuoco, e questo dover troncare di colpo mise tutti noi in una condizione di grande disagio.

Quando tornai a Mandello fui consolato dai miei dirigenti con la nomina a Direttore della progettazione e, con i miei amici collaboratori, ci mettemmo a lavorare alla realizzazione delle varie macchine che ancor oggi sono in circolazione. Il V7, che ci era stato richiesto dai Corazzieri come macchina di rappresentanza, fu uno dei nostri primi lavori. Quella vetturetta era da ricordare perché costruita sullo schema delle attuali vetture da corsa ossia con motore posteriore, con i due cilindri che uscivano ai lati della scocca, la trasmissione era stata realizzata adattando un gruppo differenziale, con i freni adiacenti al differenziale, di provenienza Lancia Aprilia, e le quattro ruote erano indipendenti.

I motori Moto Guzzi, oltre che sulle motociclette, vennero montati su vari altri veicoli, quali: In questo ambiente ho avuto la fortuna di lavorare per trentun anni, ma gli ultimi anni non furono certo piacevoli come i primi.

Nel , la Moto Guzzi si trovava in difficoltà. Lasciata la Moto Guzzi, ricevetti parecchie proposte di lavoro da parte di persone che mi conoscevano. Fra tutti ricordo il Conte Domenico Agusta, che mi avrebbe voluto a Gallarate alla MV e che mi offriva la possibilità di dedicarmi a quello che preferivo: Dopo il , con Cantoni e un altro disegnatore ex Moto Guzzi, aprii uno studio di progettazione nautica e mi dedicai anima e corpo alla realizzazione di barche a vela, non per lucro, ma, anche in questo caso, riuscendo a lavorare con molta soddisfazione alla realizzazione, per clienti amici, delle barche che mi piacevano.

In complesso, ritengo di aver avuto una vita molto divertente, dal punto di vista professionale, e di aver trascorso degli anni indimenticabili alla Moto Guzzi, almeno fino al , anni che rimpiango veramente e di cui mi resta vivissimo il ricordo di tanti amici, dei piloti, della gente. Questo era abbastanza logico.

Lo schema da noi adottato, che pur risultava ottimo dal punto di vista delle vibrazioni e del bilanciamento, aveva il difetto di avere gli scoppi non equidistanti e, quindi, girando a un minimo veramente basso, questo motore sembrava zoppo. Infatti, tutte le Moto Guzzi, sia da turismo che da corsa, avevano in generale un passo superiore a quello delle analoghe macchine fatte dalla concorrenza. Questo fatto, non rilevante per le macchine da turismo, poteva costituire un inconveniente per le macchine da corsa.

Poi realizzammo un motore di , lontano quindi dal limite della categoria, ottenuto ancora con la corsa 68; poi, quando passammo al vero , avemmo la possibilità di provare sempre dei motori sottoquadri e dei motori quadri; ma non andammo mai sulla corsa lunga. Quale angolo delle valvole veniva impiegato in Guzzi e quale era la geometria delle teste che veniva adottata?

Il problema era che, con angoli molto aperti, si potevano avere valvole molto grandi, ma peggiorava la forma della camera di scoppio e, quindi, per avere rapporti di compressione sufficienti, bisognava avere il pistone a tetto che dava altri inconvenienti. Una delle prime prove che feci, ancora prima della guerra, fu quella di adottare sulle macchine da corsa quella strana forcella impiegata dalla OEC, che non aveva il cannotto di sterzo, ma era costituita da un trapezio superiore ed uno inferiore deformabili, e col perno ruota che si muoveva parallelamente a due foderi collegati ai trapezi deformabili.

Provammo con Tenni a Monza quel telaio, ancora privo di carenatura, montato con la forcella a trapezi deformabili. Il secondo tentativo con la forcella a trapezi deformabili fu fatto con il cc a quattro cilindri in linea, che era piuttosto alto e, quindi, poteva essere interessante vedere se si riusciva ad abbassare il telaio.

In conseguenza di questi fatti, decisi di accantonare quella soluzione. Under a merciless rain we arrived. We were in a timeless courtyard among the alleys of the old part of Mandello, on the shore lake. At the top of a little staircase there was a wooden door with a simple brass nameplate. I read it and I lost a heartbeat: Everything started some months ago with the idea to have the workshop manual of my bike autographed by its designer, then slowly this idea became a bit different: Then I spent a lot of time reading again the questions in order to eliminate banalities, manage the interview properly and organise the logistics aspects.

The train trip from Rome, then a good lunch by Aldo and a last equipment check and I was ready, but still full of doubts: Or our interview will be banal for a person who already has had hundreds of interviews. Will he say goodbye to us unceremoniously? Will the equipment be OK? I knocked at the door and a tall gentleman just a bit bent for being 93 years old, with a lot of white hairs opened the door.

I lost another heartbeat. We were invited to enter in the dining room. It seems like time passed there without touching anything.

First of all, I whish to thank you for being willing and so kind. Everyday we use your motor and the all the kilometres we travelled depend on you. I would like to start by asking about your engine V What could this engine achieve? And this was the main starting point.

We realised the first V project note: From that project all the complications and the elaboration of the subsequent motorbikes were born. At that time I also built a V, cc first and then a cc. I put it on a Fiat I remember that it gave me a lot of satisfactions. It was a motor, the , giving 36 or 38 HP. Exactly twice the output of the original Fiat engine, giving hp. The car was very brilliant, pleasant and funny; it had a very good acceleration and the maximum speed was almost too much: We did some tests for that purpose.

Eventually, the V model for the bike was the chosen one, because police forces and the Army liked it, and not only the Italian ones but all around the world. Then it was increased to cc. In any case, in my view, in spite of several advantages for tourism, police corps and stuff, that engine scheme is not too suitable for a racing motorbike, for several reasons that I do not explain for I fear to become boring….

Not only for the problem with fairings. The main difficult is that the shaft drive gives rise to an overturning torque. This torque is dangerous for a racing motorbike, while it is tolerable in a walking machine. This can be confirmed by BMW. Then, the actual motorbikes have been derived from that cc engine, by using always the same scheme. But try to think to some motorbikes existing today, they are super machines and only few people can really used them up to what they can give.

We sold it in US, in Egypt in Argentina… It was a motorbike made for the police corps and in fact it was projected for that use. But as I said before, the origin of the motorbike was as requested by big horse the nick name of the cuirassier colonel NDA , i. If you consider what that engine eventually got, I mean cc, 4 valves, etc; according to your opinion what could be the evolution in the future? Do you think about it with liquid cooling? And next to than the GP races there are also championships dedicated to currents road models that are successful in the market, so….

But they should do something new. Regarding the competition I know today at Aprilia there is a new engine that already raced. As you know starting from the next year the highest category will be only for 4 strokes engine.

They Aprilia NdA built a 3 cylinders engine that raced in some competitions but they are very late. GCC Indeed and I believe that people are always attracted by something new and frankly I believe my V cannot be something so new, yes maybe it can become the liquid cooled; I heard rumours but, who knows…. Not everybody would agree on that; for example I read of a pool in which the majority of people declared that they would not buy a Guzzi with a different engine!

GCC if we forget Moto Guzzi for a moment, the problem is that today the competition on the market of racing motorbike is very hard. Will they be reilable? There are not qualms anymore about Japanese products. Such as considering the product only as fashionable at a first view ; now they are able to built very good cars. Thus if today one wants to abandon the V scheme it is necessary to go on high fractioned engine and high powers.

Today, hp are just not enough. Now there is the new 4 strokes formula for the GP. In the first year this formula has to rice together to 2 strokes: Do you know what this mean? They are crazy, the two strokes engine has more than hp and the new 4 strokes engine that is trying to race now seems to have hp.

The argument is simple. If we assume that in the Formula 1 a 3 litres powered has easily hp. A small engine is able to turn quicker or at least at the same regime thus it is easy to predict that the Honda engine racing this year would have almost hp once it will be completely developed, next year. I remember Avus circuit in Germany. Today these circuits do not exist anymore, but there are circuits in which it is difficult to remain on the seat with a motorbike having so much power.

Just think about a wet race nowadays! I know it is exaggerated, but people are fascinated by this show. Even because to go back to the competitions means to race in the Grand Prix formula where Aprilia is already present. They gave a motorbike to Laconi, in the first racings he is in the eighth, ninth position he is puzzled. With a minimum weight depending on the power and splitting, with the exception of a splitting above to 6 cylinder. Of course the 6 cylinders engine has a weight the four weights less the three even less.

The differences are about 20 kg. That is important but not enough to cut the power of these engines. GCC The weight scale need to be studied because it is decisive. GCC yes, but now it is not possible anymore to do it, so we can simply avoid talking about it. The three cylinders could be a good solution, but one has to keep in mind the limitation of the turns of the engine.

If the Italian three cylinders is able to turn at almost same speed it could be competitive, but if that turns at and the latter at it is not possible to do. People said that an engineer who worked at Ferrari cooperates for the 3 cylinders and that the engine has pneumatic return of the valves. In this case, well, it could turn enough.

The problem is that to be competitive you have to think about power as we said before. At least HP and I believe now we are quite far from that. The choice of the eight cylinders was made because it would be better than six and four cylinders? Once abandoned the monocylindric and the bicylindric, our closest solution would be a four cylinders.

But building a 4 cylinder meant stay behind Gilera and MV because they started earlier and we would had to work at least a couple of years to be at the same level of experience and development. Then we thought that aiming to the eight cylinders the power was not an issue anymore, on the contrary weight and dimensions would be important.

Our 8 cylinders was brilliant because it was as large as a waving. When it was tested on the bench for the first time it already gave 63 hp while the Gilera gave 60 hp, and we were just at the very first tests.

Then it achieved hp and the power would be increased more and more if they did not kill it with the famous agreement. A new crankshaft and other things. From 75 hp, I think hp could have been achieved relatively easily in one or two years.

I remember I said we were going to install a turns limiter smiling. For sure rounds were possible with that dimensions. The problem was with distribution. Think what margin of improvements that engine had, by using what today is normal, the possibility to have an electronic starter or the distribution with the pneumatic return of the valves…There were huge possibilities to improve it.

GCC yes sure, with the indirect or direct ignition, depending on the case. We were able to do the V with eight carburettors and all these stuffs. But it would be so much simplified with the injection. It would be possible to improve fuel consumption, the power, everything. There were plenty of room for development in front of us. There are so many technological innovations that became available after that engine.

And if it would be possible, you can bet that Japanese would have already done that. I remember on Honda built a 5 cylinders. Do you know what it means??? It turned at rounds; I saw it turning at the Tourist Trophy. Was it between and ? Maybe later… he thinks. It is true that the V8 engine had fans worldwide He points out a picture hanged above the fireplace with a drawing representing the eight cylinders: Last year an Australian man comes to visit me.

It was a peculiar person: He built them by himself. GCC if it would be possible, you bet I would do that! An 8 cylinders engine with the same V scheme but very few other common features besides it.

The old 8 cylinders had two valves. Then the new one would have completely different cylinder heads and starter. At that time for that engine the ignition problem was practically without solution. We started trying the Vertex, a Switzerland magnet. When the engine turned at half of the maximum turns it already had problems.

Then we built a system with a cylindrical ignition coil and spark plug point. It worked well but such a system today would be ridiculous. It seems to me that engine is square, with the diameter equal to the stroke. Today they built undersquare engine able to turn more quickly. A test was made by reducing the power to It was thought to take of one cylinders block. But the test was never carried out.

We talked about this four cylinders, but it would be bulky since it has the carter, speed gear clutch and also the radiator of the eight cylinders engine. And the test was not carried out. On the contrary the 8 cylinder was built and tested at Monza: I remember that engine was able to give more than 50 hp, 52 or But it was only for fun, and only the 8 cylinders was built.

Yes maybe you are right but it would not have been so easy to sell it because of the high price. The ones who can afford to spend so much money on race bikes, would rather buy a , a or cc, that kind of superbikes. At that time people were not into superbikes.

We had our own staff managing the racing but for the rest it depended on the production department. The toolmaker department that normally produced the tools for normal motorcycle, had to work also for us and we, in the racing department, had always to beg them while a part of the workshop people shilly-shallying.

It was a continue fighting. There was not an organisation dedicated to the races as for example today in Ferrari. We depended to the toolmaker people that helped us on a personal courtesy base! If they had called me…. I remember we were in Modena, for some tests for a city race on the Modena local circuit, a simple fenced lawn. When we came back somebody told me: In any case if Guzzi have had keep racing, it would have become more modern.

Organize itself in a different way. Since at that time I was the only engineer in Guzzi, every time there was a problem or a trouble, people come to me and I had to find a way to solve it. There were some military supplies that needs to have a list of drawings about the values of some tests such as powers consumption, torque and so on, and these drawings were due according to the contracts.

And I had to do them, there was no choice! They wanted the accelerations of the military motorcycles in the first second third fourth gear, and I have to draw all the plots. I did so many different tasks, every time there was a trouble, they came to me saying: What do we do?

GCC the worst moment is easy to remember, on the other hand then there were a lot of good moments. Let me say, and nobody can deny that, that I was so enthusiast, I would have paid to work in Guzzi! I never had controlled time or badges, neither at the beginning nor later.

Some times I went to the work at 10a. That enthusiasm, that team spirit which made us try and try again everything, just disappeared. When we built the eight cylinder my co-workers and me did enormous efforts for drawing, then we had to go to the model maker in Milan, then to Isotta Fraschini that moulded the first carters… It was a continuous moving, then after the everything stopped.

To be a manager you have to be cruel. If one of his employers was sick he sends him a specialist at home, he was really a remarkable person.

He was badly treated by some managers. You see, I honestly have to say that I still prefer boats to bikes! GCC even when I was involved in motorbikes, I always loved sailing boats. For this reason I keep working with boats. Sailing boats gave me a lot of satisfaction. You see, now I can only watch the American cup on the telly, but there was a period in which I was near to be part of it.

He went to Croce and the latter to me asking if I would be able to make a drawing. I answered something like: At that time there was a rule that the challenging boat for the American cup had to be the drawn by a designer of the challenging nation, and all the boat parts such as masts, sails, winches, keel, and rudder and so on had to be built in the challenging nation.

I think that rule still exists but it is possible to bypass it. It was not possible to build a boat and take say the mast in America, the sails in Australia and so on as it is done today. Now if the two Italian challenging teams were forced to compete using only the Italian instrumentation and Italian masts they would not even be taken in serious consideration. So, I remember on we went to watch the American Cup and since there were the strict and controlled rule that the boat and all the tools had to be Italian we just forgot about it.

Next year there will be this new edition of the American Cup, where there are two Italian challenging the Switzerland, France and England among others. In my view the best one is the Swiss boat because they faced the problem in the right way. They took away the steersman and the design engineers from New Zealand.

They took away from New Zeeland all the good they can. But here the difficult bit: New Zealand won the last American cup, it was a quite strange boat. I said him not to do a home-made wind gallery as this one: But to do that perfectly, would have been four times more expensive…. That wind gallery was born with an internal combustion engine.

A Fiat aeronautic one of hp it had a propeller capable to suck everything around it! After then it was installed an electric engine.

As I said, Carlo Guzzi really wanted the wind gallery. He was a pleasant person because he was facetious and unmistakably clever. As a results, sometimes he was lost in tests and trials of which he already knows the result, but he wanted to try nonetheless. GCC Carlo Guzzi was a clever person with a pleasant sense of humour; plenty of good laughs….

GCC Carlo Guzzi was involved in everything and accidentally also in the races. Then in he built the first twin, then two Albatros in or The Condor was then built. I worked a lot on the Condor. I remember that the damper was in two sheaths and it was too difficult to let it work well. When we put the two external dampers, they worked very well. In fact that fork was mounted also on the world champion and even on the V8!

GCC yes right they were external. It was a practical solution because we could change the couple of dampers in 5 minutes. On the contrary, for production bikes, did Carlo Guzzi sometimes refuse an idea of yours? On the left there were Paolini with 5 or 6 draftsmen: On the other side, facing the street there were my co-workers Cantoni, Todero and me.

GCC Cantoni arrived just before the war, when we drawn a small engine for a bicycle. With the roller working on the tyre. I was itinerant in the plant. When Cantoni was assigned to me I had to find a place, a desk and a drawing table. Then I went to Carlo Guzzi who gave me a sort of passage near the department in which the engines were mounted.

It would have been about half of this room wide and twice long note: It was a warehouse for the tyres. He had it emptied and then said: There was space only for a small drawing table because the big one touched the walls. That was my debut with Cantoni. For example sometimes there were problems with the thermal treatment. We had a thermal treatment where there was a quite good technician. Sometimes they had a problem and then I went there to see what the problem was. Was there a motorbike built by something else that according to your opinion should have been built by Guzzi?

I was a friend and a fan of Ing Salmaggi. At that time he worked in Gilera. A competitor of our Condor was Gilera Saturno. That was a very good machine. In my view the best Gilera motorbike of all time. Exception made for the first 4 cylinders, I mean the Roman one. The story of the Gilera 4 cylinders is known.

It was the Rondine that was offered to Guzzi before. But Guzzi refused it. Count Augusta looked for me to give me a free hand. I remember well that day of November. I went to Gallarate with my wife Claudine, where I was invited. It was raining and there was a bit of fog.

Video cul gratuite escort annecy -

Istanza di dissequestro nella vicenda dei consiglieri provinciali accusati di truffa ai danni della Provincia 8: Nello spazio di Monte Prestami di Piazza Armerina due giovani archeologi parleranno di siti archeologici 8: Ed è difficile per me esprimere un giudizio netto, drastico sul TT. Such as echangiste francais escort blagnac the product only as fashionable at a first view ; now they are able to built very good cars. Fil Fest, cultura, sociale, ambiente per una crescita felice del Sud 3: There are so many technological innovations that became available after that engine.

: Video cul gratuite escort annecy

Video cul gratuite escort annecy La sera stessa passo da casa di Alberto, ci sono anche Rosella sempre sorridente, beata lei e Lorenzo amore grande, come lo chiamano mamma e papà: Amichevoli per la Branciforti 9: San Damaso I Papa GdF sequestra articoli importati dalla Cina non conformi alle prescrizioni comunitarie 9: Per testare i prototipi, se trovava i piloti bene, altrimenti prendeva e usciva lui.
Video streaming porno massage erotique lorient 204
VIDEO PORN GRATUIT ESCORT AU HAVRE Il resto del pomeriggio lo passo ancora per vigneti, bellissimi nella luce del pomeriggio. Capisco che è appena finita la più impeccabile vacanza in moto che abbia mai fatto, un ottimo mix tra mototurismo e turismoturismo, tempo bellissimo femme porno vivastreet dax mai troppo caldo, Ombromanto impeccabile, problemi tecnici zero. Libertas Cerami — Branciforti: Un natale ecologico a Piedimonte Etneo 7: Salamone loda la Giunta sul bilancio, ma poi si innervosisce
video cul gratuite escort annecy But as I said before, the origin of the motorbike was as requested by big horse the nick name of the cuirassier colonel NDAi. Piazza Armerina, velocità massima nel centro abitato da 50 Km scende a 30 Km 8: XI edizione della sagra della mostarda Verrà eletto il 29 ottobre il presidente del Consiglio Comunale In military motorbikes the fact to use diesel instead of petrol gives an enormous advantage.

1 People reacted on this

Leave a Reply:

Your email address will not be published. Required fields are marked *